Quantcast
BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DI GIGLIO E CAPRAIA - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DI GIGLIO E CAPRAIA

LA GIUNTA REGIONALE HA STANZIATO I FONDI PER I DUE COMUNI OLTRE 34 MILA EURO PER FAVORIRE LA FREQUENZA DELLE SCUOLE SUPERIORI

BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DI GIGLIO E CAPRAIA

Borse di studio per andare incontro ai problemi di chi risiede nelle isole del Giglio e di Capraia. A usufruirne, per l’anno scolastico 2005-2006, saranno gli studenti di scuola media superiore grazie a una delibera, approvata dalla giunta regionale su proposta dell’assessore all’istruzione Gianfranco Simoncini, che stanzia complessivamente per i Comuni delle due isole 34.285 euro.
La giunta ha dato il via libera al provvedimento per aiutare le famiglie dei ragazzi, costretti a fare i pendolari con il continente dal momento che nelle due isole non esistono scuole superiori.. Al Giglio sono destinati quest’anno 25.285euro, mentre a Capraia 9.000.
Gli studenti verranno scelti dai Comuni in collaborazione con le rispettive Province e devono appartenere a nuclei familiari il cui indicatore economico equivalente (ISEE) non superi i 20.253,22 euro. L’importo massimo della borsa è di 1.550 euro.
I Comuni di Capraia e Giglio predispongono, come ogni anno, la graduatoriadelle domande. Lo scorso anno scolastico gli studenti di scuola superiore che hanno usufruito della borsa di studio sono stati 26 all’isola del Giglio e 6 a Capraia.
Il provvedimento approvato dalla giunta regionale ha previsto anche un finanziamento, per complessivi 120.000 euro, destinati agli studenti delle superiori, per soggiorni di studio all’estero finalizzati all’apprendimento della lingua inglese. Gli studenti saranno individuati dalle Province, in collaborazione con le scuole interessate. Per l’assegnazione della borsa è necessario essere in possesso di determinate condizioni di reddito familiare. Nel caso in cui le domande non possano essere interamente soddisfatte, nell’assegnazione delle borse viene data la priorità agli studenti in condizioni di maggiore svantaggio economico e sociale. “Anche quest’anno – spiega l’assessore all’istruzione Gianfranco Simoncini – la Regione, nonostante la costante diminuzione delle risorse, è riuscita a mantenere questi interventi. Per farvi fronte, per la prima volta, abbiamo utilizzato risorse del Fondo sociale europeo. Non è stato facile. Ma per noi garantire pari opportunità nell’accesso e nella frequenza all’istruzione è un punto di impegno, che va al di là di un doveroso esercizio delle nostre competenze”.