Quantcast
IL COMUNE RICORDA AI CITTADINI LA CONSEGNA DELL'ISEE E LA POSSIBILITA' DI BORSE DI STUDIO PER GLI ACQUISTI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

IL COMUNE RICORDA AI CITTADINI LA CONSEGNA DELL’ISEE E LA POSSIBILITA’ DI BORSE DI STUDIO PER GLI ACQUISTI

L'ISEE SERVE A COMMISURARE LE RETTE DI SCUOLABIS E MENSA AL REDDITO FAMILIARE. PER LE BORSE DI STUDIO OCCORRE CONSERVARE GLI SCONTRINI

IL COMUNE RICORDA AI CITTADINI LA CONSEGNA DELL'ISEE E LA POSSIBILITA' DI BORSE DI STUDIO PER GLI ACQUISTI

Il Comune di Portoferraio ricorda ai cittadini la necessità di consegnare al Comune l’attestazione del proprio I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. Essa è indispensabile per far sì che le rette dello scuolabus e della mensa scolastica siano commisurate al potere contributivo della famiglia. Naturalmente non è tenuto a presentarla chi ne ha già consegnata una nel corso dell’ultimo anno, purché la stessa sia ancora in corso di validità. Le rette dei servizi scolastici sono le seguenti:

– Scuolabus elementari: da 0 a 200,00 Euro l’anno;
– Scuolabus materne: da 0 a 223,00 Euro l’anno;
– Mensa materne: da 0 a 4,59 Euro a pasto;
– Mensa elementari e medie: da 0 a 255,00 Euro l’anno;
– Mensa scuola elementare a tempo pieno: da 0 a 640,00 Euro l’anno.

Si rammenta che il trasporto e la refezione sono gratuiti con un I.S.E.E.inferiore a 4000 Euro. Costano via via di più con l’aumentare dell’I.S.E.E. (esistono per ogni servizio 13 diverse tariffe, per avvicinare quanto più possibile il costo da sostenere alla situazione economica familiare).

L’Ufficio istruzione del Comune di Portoferraio ricorda inoltre ai cittadini in procinto di fare gli acquisti per il prossimo anno scolastico l’opportunità di conservare gli scontrini fiscali. Infatti tra le misure di sostegno economico messe in atto dalla Regione Toscana per favorire la frequenza scolastica dei bambini e dei ragazzi appartenenti a famiglie in condizioni economiche svantaggiate ci sono le borse di studio, il cui importo massimo è annualmente stabilito dalla Giunta Regionale (500 Euro per l’anno scolastico appena trascorso). Diversamente da quanto molti pensano, questo contributo non ha alcun collegamento con il profitto scolastico, ed è destinato a tutti gli ordini di scuola, dalla prima elementare all’ultimo anno delle superiori. L’unico requisito per chiedere la borsa di studio è avere un I.S.E.E. inferiore al limite annualmente stabilito dalla Giunta Regionale (14.000 Euro per l’A.S.2004/2005). Nell’ambito della borsa di studio può essere chiesto il rimborso di tutte le spese sostenute per la scuola: mensa, trasporto, acquisti. Il bando per fare domanda esce, di norma, nel mese di marzo, ma per accedere al beneficio è indispensabile conservare le prove d’acquisto e le ricevute di pagamento di tutte le spese scolastiche.