Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

DAL 2 AL 14 SETTEMBRE L’ELBA DIVENTA “ISOLA MUSICALE D’EUROPA”

A FAR DA SCENARIO AI TREDICI CONCERTI PREVISTI NEL CALENDARIO DELLA NONA EDIZIONE DEL FESTIVAL, I LUOGHI PIÙ SUGGESTIVI DI PORTOFERRAIO, MARCIANA E RIO NELL’ELBA

DAL 2 AL 14 SETTEMBRE  L’ELBA DIVENTA “ISOLA MUSICALE D'EUROPA”

Un Festival di grande prestigio internazionale, giunto quest’anno alla sua nona edizione , che offre ai partecipanti – siano essi musicisti che ascoltatori – momenti di grande suggestione e coinvolgimento.
Stiamo parlando di “Elba, Isola Musicale d’Europa”, il Festival di musica classica e jazz fondato e diretto da due protagonisti del panorama della musica mondiale, George Edelman e Yuri Bashmet.
La manifestazione, ormai entrata di diritto nell’elite del panorama internazionale musicale, anche quest’anno si svolgerà all’isola d‘Elba dal 2 al 14 settembre 2005 e avrà come scenario i luoghi più suggestivi delle località di Portoferraio, Marciana e Rio nell’Elba.
Al di là del concerto del 3 settembre 2005 che si svolgerà alle 18.00, tutti gli altri spettacoli sono in programma alle 21.15, per la maggior parte a Portoferraio, nell’Auditorium del Comparto Archeologico della Linguella e nel Teatro dei Vigilanti, edificio voluto da Bonaparte dal quale si gode una splendida vista sulla darsena medicea. Uno spettacolo si svolgerà a Marciana nella Fortezza Pisana ed un altro nel Duomo di Rio nell’Elba.
Come sempre saranno presenti alcuni tra i più grandi protagonisti del panorama musicale internazionale a partire dal prestigioso direttore musicale del festival, il maestro Yuri Bashmet, che si esibirà in concerti sinfonici e cameristici sia in veste di violista che come direttore della brillante orchestra sinfonica del Festival, l’Elba Festival Orchestra e dei Solisti di Mosca. Oltre a Yuri Bashmet parteciperanno al Festival Mario Brunello, Victor Tretiakov, Tatiana Vassilieva, Marisa Tanzini, Dina Ioffe, Diego Chenna, Hervé Joulain, Mikhael Vaiman e molti altri.
Da segnalare la presenza, in uno straordinario concerto jazz previsto per lunedì 5 settembre, di Michel Portal e Richard Galliano. Anche in questa edizione vi sarà inoltre un concerto che avrà per protagonista il vincitore dell’Elba Festival Prize, premio destinato a incoraggiare e dare visibilità a giovani musicisti di talento scelti nel corso dell’anno da Yuri Bashmet e George Edelman. Il vincitore di quest’anno è l’eccezionale pianista ucraino Alexander Gavriliuk che ha recentemente ottenuto il primo premio e la medaglia d’oro al concorso Arthur Rubinstein e che si esibirà in un recital pianistico domenica 11 settembre. Il cartellone del Festival si presenta come di consueto estremamente vario e offre una panoramica musicale molto vasta che spazia dai grandi capolavori classici a numerose opere rare e contemporanee. Tra queste sono da segnalare sabato 3 settembre l’esecuzione da parte di Yuri Bashmet e dei Solisti di Mosca del Concerto per viola e orchestra di I. Khandoshkin, venerdì 9 settembre l’Oración del torero di Turina per orchestra d’archi e la Sinfonia in re minore di De Arriaga; martedì 13 settembre Mario Brunello eseguirà l’intenso Requiem per violoncello solo di Sculthorpe e infine mercoledì 14 settembre, in occasione del concerto di chiusura del Festival, la pianista Yevtich e l’Elba Festival Orchestra diretti da Yuri Bashmet interpreteranno in prima esecuzione assoluta e alla presenza dell’autore, il Concerto per pianoforte e orchestra d’archi di Raskatov.