Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“NANNI GIOIELLO OFFENDENDO IL SINDACATO FAI TORTO ALLA TUA STORIA”

BELLA SCOPERTA DIRE CHE SE I GIORNALI ON-LINE FOSSERO A PAGAMENTO AVREBBERO MENO LETTORI

Nanni Gioiello ha fatto un panegirico per dire che se l’accesso al sito di Elbareport fosse a pagamento il numero dei sui lettori diminuirebbe. Bella scoperta! Anche il Giannoni, afferrando un gatto per gli attributi maschile, affermò che si trattava di un maschio. Nanni Gioiello, quindi, per dire quella che è un’ovvietà, è giunto a scomodare le sue reminescenze giovanilistiche. Ma forse l’obiettivo era un altro: gettare fango sulla storia e le tradizioni dei lavoratori elbani. Così ha trasformato la CGIL in un sindacato comunista, e ha taciuto che fra gli organizzatori di quella scardinata c’era anche il compagno Paolo. Cioè il segretario aggiunto della Camera del lavoro dell’Elba, arrivato a quell’incarico proprio su indicazione della componente socialista. Ma Nanni, per rafforzare le sue tesi, ha fatto passare i minatori dell’isola, e in particolare quelli riesi, per degli scrocconi insaziabili ed ha trasformato le suggestive feste del Centro Velico Elbano in una specie di baccanali dove si và perché tutto è gratis. Quindi, siccome il fine giustifica il mezzo, ha compiuto violenza alla sua storia di sindacalista, di militante socialista (allora lombardiano) e di dirigente del CVE di Rio Marina.

Ciao, Paride di Poggiofelice