Quantcast
PORTOFERRAIO: IL CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI GIGI PERIA - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

PORTOFERRAIO: IL CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI GIGI PERIA

L’ELBANO, 45 ANNI, VIVEVA DA TEMPO IN THAILANDIA ESERCITANDO LA PROFESSIONE DI ISTRUTTORE SUBACQUEO

PORTOFERRAIO: IL CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI GIGI PERIA

Aveva da tempo scelto di vivere in Thailandia Gigi Peria, portoferraiese amante delle attività subacquee molto conosciuto all’isola. Tutto questo per amore del mare e delle tradizioni di quei paesi, nonostante lo tsunami e tutto quello che ne è seguito, e che probabilmente era servito a far crescere le affinità che l’elbano sentiva di avere verso quella gente, quella cultura, quel modo di vivere.
Un incidente in mare, probabilmente , la causa del suo decesso. Gigi Peria è stato trovato senza vita su una spiaggia dell’isola di Phuket, presumibilmente vittima di un incidente in mare, come fa pensare una profonda ferita alla testa che lascia ipotizzare lo scontro con una imbarcazione .
Come ogni giorno Peria aveva salutato la moglie nel tardo pomeriggio di venerdi scorso, per fare una nuotata come era solito quotidianamente. Da quel momento, nessuna traccia fino al suo triste ritrovamento.
La salma di Gigi Peria resterà in Thailandia: l’elbano, che aveva vinto qualche tempo fa una battaglia contro una dura malattia, aveva espresso il desiderio di essere cremato, e le sue ceneri, rispettando la sua volontà, saranno disperse in quel mare che amava tanto.
Alla famiglia Peria le condoglianze delle nostre redazioni.