Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

VACANZE, ATTESO PER LUGLIO PIU’ PENDOLARISMO CHE ESODO

SI PERCEPISCE ANCHE ALL’ISOLA D’ELBA IL FENOMENO ORMAI CRESCENTE SOTTOLINEATO DALL’INDAGINE DELL'OSSERVATORIO DI MILANO IN 12 CITTA'

VACANZE, ATTESO PER LUGLIO  PIU' PENDOLARISMO CHE ESODO

Il primo fine settimana di luglio sottolinea il confermarsi anche per il 2005 di un trend turistico che non ha più i connotati dell’esodo degli anni ’80 e ’90.
Quello che vediamo anche all’Isola d’Elba e sul porto di Piombino in questi giorni, dove ci sono sicuramente molti turisti ma senza far pensare né prevedere il classico “tutto esaurito”, è confermato dai dati resi pubblici ieri dall’Osservatorio di Milano e relativi al movimento turistico provenienti dalle 12 principali città italiane.
Le citta’ che registrano un maggiore esodo in luglio e agosto sono quelle che non hanno la risorsa del mare ne’ quella turistica (Milano, Torino e Bologna): nel mese di luglio andranno in vacanza piu’ del 25% dei cittadini, in agosto il 50%. Nelle citta’ d’arte, Roma, Firenze e Venezia, l’esodo sara’ del 15% in luglio, 35% in agosto. Per quanto riguarda le citta’ di mare, in particolare Napoli, Bari e Palermo, 5% in luglio, 10% in agosto. Sono quindi ormai consolidati i dati dell’indagine condotta dall’Osservatorio di Milano in 12 grandi citta’, tra cui Milano, Roma, Torino, Bologna, Bari, Genova, Palermo, Napoli e Cagliari, sulla gestione delle vacanze estive dei cittadini per quanto riguarda i mesi di luglio e agosto. Secondo l’Osservatorio, ritorna in auge il fenomeno del pendolarismo del mare con le famiglie che si recano al mattino in spiaggia con la colazione al sacco, per fare ritorno in citta’ la sera, risparmiando in albergo e ristorante. Raffrontando i dati con un’analoga ricerca effettuata dall’Osservatorio lo scorso anno si registra una diminuzione delle presenze in citta’ in luglio del 2%, mentre in agosto si prevede un incremento medio che supera il 7%.