Quantcast
GESTIONE RIFIUTI : "FINALMENTE C’E’ VOGLIA DI FAR BENE E DI CAMBIARE" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

GESTIONE RIFIUTI : “FINALMENTE C’E’ VOGLIA DI FAR BENE E DI CAMBIARE”

L’ISOLA E LA CITTA’ SOTTOLINEA L’INVERSIONE DI TENDENZA NELLA GESTIONE DELL'ANNOSO PROBLEMA

GESTIONE RIFIUTI : "FINALMENTE C’E’ VOGLIA DI FAR BENE E DI CAMBIARE"

Nei giorni scorsi si è tenuto, nella sala consiliare del Comune di Portoferraio, il penultimo dei cinque incontri pubblici organizzati dal laboratorio politico “L’Isola e La Città”, realizzati con l’intento di offrire concrete possibilità di partecipazione dei cittadini alle scelte politiche che riguardano la città e l’isola tutta.
Tema della serata “il rewamping”, parola traducibile con la più italiana e comprensibile “riconversione”, riguardante la discarica comprensoriale di Buraccio e, più in generale, lo stato e le prospettive di ESA, società partecipata dai Comuni elbani che si occupa della gestione del “ciclo dei rifiuti”.
Tra i relatori una nutrita partecipazione dei rappresentanti di ESA, il presidente Giovanni Frangioni, la vice presidente Alessandra Rando, il direttore Massimo Diversi, l’ingegner Simone Bonari, responsabile della progettazione e il Vice Sindaco Angelo Zini.
Il pubblico presente, in verità non eccessivamente numeroso nonostante l’importanza dell’argomento, ha dimostrato comunque un forte interesse al dibattito, rimanendo ad assistere fino a tarda notte.
Dopo una doverosa censura delle dissennate scelte del passato, che hanno portato all’Elba un’inutile e costoso “gassificatore” che ancora oggi tutti noi stiamo pagando, il dato di maggior rilevo – come evidenzia la nota de “L’Isola e la Città” – è una dichiarata inversione di tendenza nella gestione dell’annoso problema dei rifiuti.
Il Comune di Portoferraio si prefigge, infatti, una gestione comprensoriale e diretta del ciclo che, anche grazie alla raccolta differenziata, obiettivo principale di ESA da raggiungere con la modifica completa degli impianti e dei sistemi di raccolta, dovrebbe – secondo “L’Isola e la Città” – produrre sostanziali vantaggi, sia in termini economici che di efficienza.
Permangono certo i problemi economici del gestore, ma è evidente – a detta dell’associazione – l’intento di affrontare con serietà, trasparenza e competenza il vero “buco” delle risorse dei bilanci locali. Le aspettative e le speranze sono tante. La voglia di far bene e di cambiare approccio – sottolinea “L’Isola e la Città” – ci è sembrata totale. Torneremo comunque a confrontarci presto con i responsabili della società che ne hanno confermata la volontà e l’interesse – conclude la nota – convinti che la mancanza di dialogo, comunicazione e trasparenza siano state tra le principali cause degli errori del passato.