Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

230 CAPI D’ABBIGLIAMENTO GRIFFATI, MA CONTRAFFATTI, SEQUESTRATI DALLA GUARDIA DI FINANZA

AVREBBERO FRUTTATO, SE IMMESSI NEL MERCATO, CIRCA 20 MILA EURO.

230 CAPI D’ABBIGLIAMENTO GRIFFATI, MA CONTRAFFATTI, SEQUESTRATI DALLA GUARDIA DI FINANZA

Con l’arrivo della bella stagione si sono intensificate le attività d’indagine della guardia di finanza che già da tempo seguiva due extra-comunitari che soggiornavano sull’isola da una settimana.
A seguito di una operazione portata avanti dopo un lungo periodo di indagine, le fiamme gialle di Portoferraio hanno identificato e quindi denunciato a piede libero i due uomini con l’accusa di violazione alla L. 474 del C.P., ovvero introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi, e la L. 468, ovvero ricettazione.
I due, trent’anni, distintamente vestiti, avevano portato sull’isola un ingente quantitativo di articoli di abbigliamento e scarpe rigorosamente griffati e abilmente contraffatti, con tutta probabilità pronti per essere immessi nel mercato isolano.
Infatti al momento del fermo, a bordo della loro auto, gli uomini della Guardia di Finanza hanno rinvenuto 230 capi, che avrebbero fruttato qualcosa come 20.000 euro.
Tra i capi sequestrati t.shirt, scarpe, jeans, polo e bermuda.
Le marche contraffatte sono tra le più ricercate quali, Armani, D&G, Gucci, Diesel, Nike, Tod’s e molte altre.
Continua dunque l’incessante opera di prevenzione e repressione ai più svariati reati che inevitabilmente aumentano nel periodo estivo.