Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

ELBAFLY : DALL’ELBA A PISA IN 26 MINUTI

IL VOLO INAUGURALE DELLA NUOVA LINEA AEREA APRE NUOVE PROSPETTIVE AI COLLEGAMENTI DA E PER L’ISOLA – OLTRE AI PASSEGGERI PRESENTI SINDACI E AUTORITA’, INSIEME ALLE TELECAMERE DI TELE TIRRENO ELBA

ELBAFLY : DALL’ELBA A PISA IN 26 MINUTI

Erano tutti occupati i diciassette posti del volo SOLINAIR che nella mattinata di mercoledì 22 giugno ha inaugurato la tratta Elba – Pisa gestita da Elbafly, la nuova cooperativa che si pone l’obiettivo di rendere definitiva la possibilità di un efficiente collegamento aereo fra l’Isola d’Elba e il resto del mondo.
Insieme ai passeggeri ordinari, che da Pisa sono poi proseguiti per Parigi e Manchester, c’era una delegazione di amministratori pubblici, composta dal Presidente della Comunità Montana dell’Elba e Capraia Danilo Alessi, dal Sindaco di Marciana Marina Giovanni Martini e dal vice Sindaco di Porto Azzurro Aldo Tovoli, insieme al presidente dell’Associazione Albergatori dell’Isola d’Elba Mauro Antonini ed al presidente di Elbafly Maurizio Furio.
Evidente l’obiettivo della presenza delle istituzioni in questo viaggio dimostrativo, che è stato nello stesso tempo affascinante per lo spettacolo sempre impareggiabile di vedere l’Elba dall’alto, oltre che impressionante per la piccola dimostrazione di efficienza , fatte ovviamente le dovute proporzioni, a livello di comodità e di praticità.
Sono bastati 25 minuti all’andata e 26 al ritorno per raggiungere prima Pisa e poi l’Elba, facendo scalo al Galileo Galilei, aeroporto internazionale divenuto ormai uno dei più importanti scali del Mediterraneo.
Un pizzico di emozione, nel leggere nel display dell’aeroporto la destinazione- Elba. Finalmente, qualcuno ha mormorato dietro di noi, anche in Italia si può volare comodamente nelle località turistiche più rinomate.Il viaggio di ritorno, che ha riportato la compagnia sull’isola prima delle 111, permettendo quindi a tutti gli ospiti di Elbafly di tornare in tempo utile alla propria attività lavorative, è stato particolarmente affascinante soprattutto quando il piccolo ma comodo turboelica della SOLINAIR ha sorvolato la costa ovest dell’isola, con uno spettacolo di colori che dà dell’Elba un biglietto da visita ben diverso da quello che trovano i viaggiatori che arrivano a Piombino per prendere il traghetto.
Davvero un’altra dimensione, per i trasporti e per il turismo, alla quale molto presto potrebbe essere comodo e conveniente accedere, sia per i turisti che per i cittadini residenti.