LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

CAMPO ELBA: E’ POLEMICA SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO

“NON ABBIAMO POTUTO CONSULTARE GLI ATTI” E’ LA PROTESTA DI MARCO LANDI, CONSIGLIERE DI MINORANZA, CHE ESPRIME CONTRARIETA’ AL PROVVEDIMENTO. “TUTTO REGOLARE – RISPONDE IL VICE SINDACO GRAZIANI – LA NOSTRA E’ UNA SCELTA RAGIONATA PER UNA CORRETTA FRUIZIONE DEL TERRITORIO”

CAMPO ELBA: E’ POLEMICA SUI  PARCHEGGI A PAGAMENTO

E’ cominciata nel pomeriggio di venerdi 17 giugno la polemica fra Amministrazione Comunale e minoranza consiliare di Campo nell’Elba, a proposito della istituzione di nuovi parcheggi a pagamento, che interessavano anche i motocicli oltre alle auto, andando a perfezionare provvedimenti già in atto nelle passate stagioni turistiche.
La protesta è arrivata da Marco Landi già nel corso del fine settimana, con il rappresentante della lista di minoranza “La voglia di fare, il coraggio di cambiare” che ha avuto da eccepire molte cose sia nel merito del provvedimento, fatto oltretutto riempiendo a suo dire il paese di strisce blu anche dove non si dovrebbe, che nel merito degli atti, protestando per non aver potuto accedere al registro delle ordinanze del Comune di Campo Elba.
Questa mattina è arrivata la replica del vice sindaco Enrico Graziani, che ha precisato , oltre all’esistenza del provvedimento di istituzione delle nuove regole di parcheggio, le motivazioni dell’amministrazione campese.
“Sono cinque anni che cerchiamo di perfezionare l’istituto dei parcheggi a pagamento –ha esordito Graziani– che non sono stati pensati a carattere speculativo, ma che devono essere visti come un atto di corretta fruizione del territorio”.
“Certo, contano anche le cifre –precisa il Vicesindaco– se pensiamo che un piccolo comune della costiera amalfitana, paragonabile a Campo Elba sia per dimensioni che per risorse turistiche, raccoglie all’anno dai parcheggi a pagamento 700.000 euro, mentre noi lo scorso anno ci siamo fermati appena a 20.000. Da qui la volontà di migliorare gli introiti ma anche e soprattutto di rendere più efficienti i servizi, nonostante a Marina di Campo i parcheggi pubblici siano di dimensioni quantomeno a accettabili se paragonati a quelli degli altri comuni elbani”
“Con questo nuovo provvedimento –continua Enrico Graziani– abbiamo voluto semplicemente sfruttare meglio i nostri parcheggi, creando una rotazione che li renda fruibili a tutti. E non ci siamo certo dimenticati dei residenti, che possono usufruirne per un giorno intero al costo di un euro e cinquanta, così come chi deve sostare per motivi di lavoro può farlo per l’intera giornata al costo di due euro”.
“Anche sul porto abbiamo pensato ai campesi –specifica il vice sindaco– lasciando due zone di sosta gratuite per il carico e scarico dei proprietari di imbarcazioni. Nella stessa logica il provvedimento mirato ai parcheggi – moto, che sono ben 200 di cui solo 50 a pagamento. Anche qui agevolazioni per i residenti ma soprattutto la volontà di alleggerire il centro storico dai rumori provocati dai ciclomotori, a tutto vantaggio della quiete dei residenti di zona”.
“E poi ogni intervento è migliorabile – conclude Graziani. Si possono sempre fare delle variazioni a questa ordinanza, se riscontreremo problemi o lamentele da parte dei nostri concittadini”.