LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“RINNOVARE IL PREMIO BRIGNETTI”

"IN QUESTI ANNI GLI ORGANIZZATORI HANNO LAVORATO CON DISINTERESSE E CAPARBIETA' -SOSTIENE CARLO RIZZOLI- MA ORA OCCORRE UN SALTO DI QUALITA'"

"RINNOVARE IL PREMIO BRIGNETTI"

Il Portavoce dei Verdi e della Giunta della Comunità Montana, Carlo Rizzoli, interviene a titolo personale sul Premio Letterario Isola d’Elba, proponendo la sua personale riflessione sulle strade di una sua ulteriore crescita:

“Seguo da diversi anni il Premio letterario “Isola d’ Elba – Raffaello Brignetti”, evento con storia e valori indiscussi, giunto alla sua XXXIII ^ edizione e ridefinito, giustamente, Internazionale.
Lo faccio per passione della lettura e con la modesta esperienza di chi è stato, in un’ altra vita, libraio per circa vent’anni.
Va dato atto, a chi ha sostenuto in questi anni il “Brignetti”, di averlo fatto con passione disinteressata e caparbietà; proprio da questi protagonisti mi pare venga oggi la sommessa richiesta di veder condiviso il peso finanziario ed organizzativo dell’ avvenimento.
In un panorama nazionale nel quale Premi e festival letterari si sprecano ( per fortuna ) , ciò potrebbe essere l’ occasione per un rilancio e una caratterizzazione originale del Premio stesso.
Sono ad esempio convinto che l’ eventuale scelta di fare del ‘Brignetti’ un premio per autori ed autrici dei Paesi del Mediterraneo, di cui l’ Elba-Arcipelago è uno dei cuori, porterebbe la Regione Toscana, coinvolta ovviamente fin dalla fase progettuale, ad impegnarsi, anche per fare del premio il nucleo di un Festival letterario del ‘Mare Nostrum’, attingendo anche a risorse europee finora neppure prese in considerazione.
Evidente il ritorno economico-turistico, oltre che culturale e politico, dell’ avvio di un’operazione del genere: non può sfuggire a nessuno infatti la necessità di percorrere, in tutti i sensi, quel ponte tra culture e religioni costituito dal Mediterraneo..
Vi sono ad esempio all’Elba artisti in grado di dare un validissimo aiuto in questo senso, assidui frequentatori dei paesi mediterranei e conoscitori raffinati di quelle culture, come il marinese Manrico Murzi, poeta, scrittore e traduttore di Naghib Mahfuz come di Marguerite Yourcenar, ambasciatore della cultura per l’ Unesco..(non capisco come mai non faccia già parte della giuria letteraria ..)
Solo con un salto di qualità del genere, con un tale cambio consapevole di logica, ritengo, sarà possibile impegnare appieno le Istituzioni, valorizzando il già significativo e incrementabile aiuto del Comune di Portoferraio e della Provincia di Livorno, oltre che del Gruppo MPS.
Varrebbe quindi la pena, coinvolgendo i diversi livelli di responsabilità politica ed istituzionale, una riflessione ravvicinata sulla questione, consapevoli che l’ unione delle forze su progetti di qualità e in sintonia con i tempi sovente ottiene buoni risultati.”