Quantcast
ASA: “ALL’ISOLA D’ELBA L’ACQUA È POTABILE” - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

ASA: “ALL’ISOLA D’ELBA L’ACQUA È POTABILE”

L’ASA REPLICA AD ELBA 2000: “SBAGLIATO CONFONDERE LA DEROGA AI VALORI STANDARD E LA CONDIZIONE DI IMBEVIBILITÀ”

ASA: “ALL’ISOLA D’ELBA L’ACQUA È POTABILE”

Ieri abbiamo pubblicato un intervento di Elba 2000, “movimento in difesadei diritti degli elbani”, che dava notizia di un ordinanza con cui il TAR del Lazio avrebbe disposto l’esame della condotta tenuta dalle Regioni che derogano all’obbligo di mettere in rete acqua potabile.
A Elba 2000 replica oggi l’ASA, la società livornese che gestisce il servizio idrico integrato anche all’Elba, che sottolinea: “L’acqua all’Elba è potabile”.
Ecco la replica di ASA spa:

“In riferimento all’intervento di Elba 2000 pubblicato sulla edizione di oggi 8 giugno 2005 di Tenews, ASA Spa precisa quanto segue.
La domanda sulla quale si sviluppano le considerazioni di Elba 2000 ha come risposta “sì”: l’acqua dell’Elba è potabile. Questo è il dato di fatto incontrovertibile e indiscutibile: ASA Spa opera del resto in regime di stretto controllo da parte dell’Arpat, della Asl e della stessa Autorità di Ambito. È imprudente generare allarmismi infondati: se anche vi sono deroghe relativamente ai valori standard di alcuni parametri (come appunto il boro) queste sono concesse dagli organi competenti secondo i rigidi protocolli previsti dalle leggi vigenti. Guai, insomma, a scambiare una deroga con la presunta non potabilità dell’acqua. Del resto, allo stato attuale l’Isola d’Elba non può ancora fare a meno di approvvigionarsi per oltre il 50%, tramite condotta sottomarina, dell’acqua proveniente dai campi pozzi della Val di Cornia.
La prospettiva che ASA intende perseguire con forza e decisione è quella di portare l’Elba entro la fine del 2006 alla completa autonomia idrica con qualità dell’acqua nella norma, senza necessità di richiedere alcuna deroga.”