Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

UNA BUONA NOTIZIA (MA NON PER TUTTI)

LE NOTIZIE VANNO DATE TUTTE IN MODO CORRETTO, ANCHE QUELLE CHE NON SI GRADISCONO

Sono stati recentemente scagionati gli amministratori della comunità Montana che erano stati inquisiti due anni or sono per la trasferta promozionale a Montecarlo.

La stragrande maggioranza degli elbani, che non ha mai smesso di credere nella magistratura, s’è sentita sollevata dalla notizia ed ha gioito per loro e per i loro familiari.

Alcuni organi di stampa, però, per intendersi quelli che avevano gettato fango su quelle persone e sui loro partiti, non hanno gradito la novità ed hanno reagito in modo subdolo o rancoroso. Qualcuno, infatti, ha giocato sulle parole ed ha passato la notizia in modo tale che il lettore pensasse ad una condanna, piuttosto che ad un proscioglimento. Qualcun altro, invece, s’è scagliato contro coloro che avevano dato la notizia in modo corretto, lamentando che in questo modo si metteva in ombra un’altra notizia ( questa sì a loro gradita): il rinvio a giudizio degli ex amministratori, tecnici ed imprenditori portoferraiesi, indagati per il cosiddetto caso di “affari e politica”.

Con chi se la prenderanno se anche questi verranno assolti? Avranno a portata di mano un altro rinvio a giudizio che consentirà loro di sorvolare disinvoltamente su quest’altra probabile assoluzione? E soprattutto come faranno a rimandare ancora alle calende greche quel minimo di autocritica che sarebbe lecito aspettarsi da chi ha usato tanta cattiveria e tante false insinuazioni?

Nanni Gioiello