LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

PARTE IL CENSIMENTO DEI CETACEI DELL’ARCIPELAGO TOSCANO

GIÀ OLTRE 40 LE IMBARCAZIONI E GLI APPASSIONATI DEL MARE CHE HANNO ADERITO ALL’INIZIATIVA

PARTE IL CENSIMENTO DEI CETACEI DELL’ARCIPELAGO TOSCANO

Il manuale per l’Avvistamento di Balene, Delfini e Tartarughe Marine, prodotto da legambiente per iniziare un censimento capillare e “popolare” dei mammiferi marini dell’Arcipelago Toscano, sta già riscuotendo interesse ed adesione. Sono già più di quaranta le imbarcazioni, soprattutto Charter ed operatori velici, Diving centers, ma semplici appassionati di mare che hanno già prenotato il manuale e sono pronti a mobilitarsi per questa conta di delfini, balene e tartarughe.
“Estenderemo – dice Umberto Mazzantini, responsabile Isole Minori di LEGAMBIENTE e curatore del manuale” – l’invito a tutte le Forze dell’ordine che vigilano sull’ambiente marino – il cui contributo è sicuramente essenziale – alle imbarcazioni del Ministero dell’Ambiente, ed a tutti gli operatori del mare. Intanto ci giungono richieste un po’ da tutta Italia, ed in particolar modo dalla costa Toscana. La nostra iniziativa sta incuriosendo molto”
Un’iniziativa rivolta ai Charter velici – le Golette dell’Elba – ai Diving Center e a tutti gli appassionati di mare per contare i mammiferi marini del Santuario dei Cetacei che circonda l’Arcipelago Toscano.
Il manuale di avvistamento, realizzato interamente da LEGAMBIENTE Arcipelago Toscano e che gode del patrocinio gratuito di APT, Comunità Montana dell’Elba e Capraia e Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, contiene le schede di 13 diverse specie di cetacei, complete di immagini, caratteristiche fisiche, profili di immersione, abitudini di vita, modalità di approccio, e di 4 specie di tartarughe marine.
Completano il manuale note sul comportamento da tenere in caso di avvistamento di mammiferi e rettili marini in difficoltà o spiaggiati e gli Enti ai quali occorre rivolgersi.
Insieme al manuale, sia in formato cartaceo che su CD, verrà assegnata a tutti partecipanti una bandierina, un guidone, realizzata appositamente per l’occasione (vedi immagine allegata) che attesterà l’adesione delle imbarcazioni al censimento. A questa iniziativa “specialistica” e rivolta agli operatori del turismo nautico e ai lavoratori del mare, dovrebbe aggiungersi un agile depliant che avrà una distribuzione più estesa e rivolto particolarmente ai turisti. Nella brochure che LEGAMBIENTE dovrebbe realizzare insieme all’APT dell’Arcipelago Toscano saranno visibili tutte le specie di Cetacei del nostro mare, le Tartarughe e gli Uccelli Marini più rari.
“Vogliamo stimolare un turismo attivo, attraverso la conoscenza delle bellezze del nostro mare – dicono a LEGAMBIENTE Arcipelago Toscano – sorprendendolo con le rarità delle nostre Isole. Sarà finalmente l’occasione per mettere ordine alle molte segnalazioni che riceviamo e per capire quanti sono le Balene, i Capidogli, i Delfini e le tartarughe che abitano il nostro mare al centro del Santuario dei Cetacei e quali sono le zone più frequentate nelle varie stagioni”.