Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“UN 28 MAGGIO PER NON DIMENTICARE L’AFRICA E DIFENDERE I BAMBINI SFRUTTATI”

MAROTTI: “RAFFORZARE LE RAGIONI DELL’IMPEGNO ELBANO A FAVORE DEL CONTINENTE DIMENTICATO”

"UN 28 MAGGIO PER NON DIMENTICARE L’AFRICA E DIFENDERE I BAMBINI SFRUTTATI"

Un 28 maggio dedicato all’Africa e alla difesa dei diritti dei bambini. Un modo per tenere viva l’attenzione sul continente dimenticato e sul dramma dello sfruttamento del lavoro minorile. “Vogliamo associarci – dichiara Nunzio Marotti, assessore alla Cooperazione Internazionale – a due iniziative di sensibilizzazione su realtà drammatiche che non possono lasciarci indifferenti”.

Prende il via domani in Italia la mobilitazione Global March 2005, con l’intento anche di raccogliere firme a sostegno di una petizione diretta a Kofi Annan, segretario dell’ONU, sul tema dello sfruttamento dell’infanzia. Lo sfruttamento del lavoro minorile riguarda 250 milioni di bambini: un problema che tocca anche il nostro Paese. Secondo le stime sindacali, sarebbero coinvolti circa 400mila ragazzini italiani e 100mila minori immigrati. La data del 28 maggio è stata scelta perché è l’anniversario della morte di Iqbal Masih, il tredicenne pakistano ridotto in schiavitù dai fabbricanti di tappeti e ucciso per aver denunciato lo sfruttamento dei bambini.

L’altro appuntamento è a Roma, con la manifestazione organizzata da sindacati e organizzazioni laiche e religiose in favore dell’Africa. Donne e uomini impegnati nella società civile, nel volontariato e nel mondo del lavoro sfileranno – affermano gli organizzatori – con una sola voce: “perché l’Africa sia al centro dei nostri cuori e dei nostri pensieri e non sia più dimenticata”.
“L’Elba –continua Marotti– si sente unita in quest’occasione, anche per rafforzare le ragioni dell’impegno di quanti operano a favore del popolo Saharawi, del Congo, del Mozambico, del Burkina Faso e di altre realtà africane, attraverso tante iniziative organizzate e di singoli, come le adozioni a distanza”.