Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

RECUPERO PER I CASTAGNETI DI SAN CERBONE

PRESENTATO DA COMUNE DI MARCIANA E COMUNITA' MONTANA IL PROGETTO COMMISSIONATO DALLA SLOW FOOD

RECUPERO PER I CASTAGNETI DI SAN CERBONE

Presentazione all’aria aperta, venerdì mattina, con il Sindaco di Marciana Luigi Logi, Umberto Mazzantini per il Parco Nazionale, Alessi e Pinotti della Comunità Montana, per il progetto di recupero di circa due ettari di castagneti attorno alla Chiesa di S.Cerbone. Un progetto pilota per mantenere e valorizzare una tipicità, commissionato dalla Slow Food elbana di Carlo Eugeni alla DREAM ITALIA srl e fatto propria dalla Comunità Montana che ne ha finanziato la realizzazione –come ricordato dall’ assessore Gianfranco Pinotti– con i fondi regionali della montagna, Stefano Bracciotti di DREAM ha quindi illustrato tecnicamente il progetto che partirà in ottobre per quanto riguarda la potatura e i lavori sulle piante ( il periodo giusto ) e che interessa anche la sistemazione dell’ area intorno la chiesa e il sentiero della GTE incluso.
La particolarità di questi alberi da frutto, una variante del castagneto acidofilo, situati tra i 320 e i 570 metri di altezza ed abituatisi ad un clima in parte salino, è quella di aver modificato in maniera gradevolissima le qualità organolettiche delle castagne. Una vera e propria peculiarità gastronomica elbana, tassello di quella Isola Slow lanciata nei giorni scorso a livello nazionale assieme all’ Azienda di Promozione Turistica, “ un investimento concreto – ha concluso Alessi – verso quell’ integrazione dell’ economia elbana e dell’ Arcipelago, basata sulla valorizzazione delle tipicità, della montagna, dell’ agricoltura di qualità, che possono essere uno dei valori aggiunti per risalire la china dell’ economia locale”.