LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

AREE MARINE PROTETTE: PARTE IL PERCORSO ISTITUTIVO

CONVOCATI OGGI A ROMA DAL MINISTERO COMUNI REGIONE E PROVINCE. LA DIREZIONE "PROTEZIONE DELLA NATURA" ILLUSTRA LA PROPOSTA DI PERIMETRAZIONE RISULTATO DELL'ISTRUTTORIA CON LE AMMINISTRAZIONI LOCALI

AREE MARINE PROTETTE: PARTE IL PERCORSO ISTITUTIVO

Dopo qualche mese di studio e valutazione delle proposte e dei dati scientifici disponibili, il Ministero dell’Ambiente ha convocato gli otto Comuni dell’Elba, la Regione, le Province di Livorno e Grosseto per domani, 25 maggio alle ore 11.00 a Roma. Nel pomeriggio sarà la volta dell’Isola del Giglio.
Impegnativo il tema della discussione: “Istruttoria tecnica preliminare per l’istituzione dell’area marina protetta “Arcipelago Toscano”.
La convocazione da parte della Direzione per la Protezione della Natura del Ministero dell’Ambiente serve ad illustrare sotto il profilo tecnico-scientifico un’ipotesi preliminare di Area Marina Protetta e ad acquisire le osservazioni delle Amministrazioni Comunali, Provinciali e Regionali.
Quindi si tratta di un primo incontro tecnico che riprende un percorso di confronto e concertazione che sarà articolato con tutte le amministrazioni interessate.
Il Ministero dell’Ambiente ha già acquisito ulteriori studi ed elementi conoscitivi, ambientali e socio-economici, richiesti alle Amministrazioni Locali, ed ha predisposto, sulla base delle conoscenze complessive dell’Arcipelago, una prima ipotesi di perimetrazione, zonazione e regolamento dell’Area Marina Protetta, un’ipotesi che vuole essere un contributo preliminare all’istruttoria tecnica, un punto di partenza e di approfondimento con Comuni, Province e Regione.
Riprende così un percorso che, a partire dal 2003, ha visto incontri tecnici all’Elba, con il supporto del Parco Nazionale, ed a Roma, con alcuni Comuni che hanno richiesto l’istituzione dell’Area Marina Protetta ed altri che si sono dichiarati disponibili a partecipare all’istruttoria tecnica.