LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’OPPOSIZIONE SEMPLICIOTTA E L’AMMINISTRATORE SUPERDOTATO

QUANDO UN AMMINISTRATORE CHE SI E' PERSO IMBOCCA LA STRADA DELL'INSULTO: NERVOSIMO O PRESUNZIONE (INGIUSTIFICATA)

Alcuni giorni fa, commentando le peripezie dell’Amministrazione comunale portoferraiese, sul traffico e non solo, in un momento di particolare benevolenza ho voluto spezzare una lancia “per quel povero consigliere delegato al traffico, che si è messo lì con umiltà a tentare di risolvere l’irrisolvibile”.
Dopo la doppia uscita di Frangioni sull’opposizione sempliciotta la stessa lancia la userei in un altro modo.
Ma come: sei in difficoltà, sei al centro di critiche feroci e invece di tendere una mano, e di crare un clima di dialogo, ti metti a insultare l’opposizione.
E lo fai per due volte, per iscritto, a freddo, gratuitamente, facendo fare la figura dello statista al tuo interlocutore…
Perché “siete dei sempliciotti” è un insulto. Non ha detto detto: “Questo è un discorso da sempliciotti”, ha detto: “Siete dei sempliciotti”, e chi lo ha detto non è Roosevelt, o Tony Blair, o un amministratore che abbia dato prova di doti straordinariamente brillanti, intellettuali, politiche o tecniche.
Apprezzabile era l’umiltà, cosi mi era parso. E ora?
Ritiro il mio giudizio benevolo. Mi sono sbagliata, d’altra parte sono Fallace, di nome e di fatto, e ho fallato.

Doriana Fallace