LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

I DATI DELLA PREFETTURA SULLA CRIMINALITA’: REATI IN CALO DEL 40% NEL 2004. DIMINUISCONO PRATICAMENTE TUTTE LE FATTISPECIE: ESTORSIONI (-55%), TRUFFE (-66%), LESIONI (-28), FURTI (34%) INCENDI DOLOSI (-85%)

LE STATISTICHE SULL'ANDAMENTO DELLA CRIMINALITA' CHIESTE DAL SINDACO DI RIO MARINA ALLA PREFETTURA. TUTTI I REATI SONO IN CALO, E IL CALO E' PIU' FORTE ALL'ELBA CHE NEL RESTO DELLA PROVINCIA. UN CONFRONTO CON I DATI TOSCANI. L'ELBA E' LA "PROVINCIA" PIU' TRANQUILLA

I DATI DELLA PREFETTURA SULLA CRIMINALITA': REATI IN CALO DEL 40% NEL 2004. DIMINUISCONO PRATICAMENTE TUTTE LE FATTISPECIE: ESTORSIONI (-55%), TRUFFE (-66%), LESIONI (-28), FURTI (34%) INCENDI DOLOSI (-85%)

I dati della Prefettura sull’andamento della criminalità all’Elba, diffusi stamani dal Senatore Bosi, indicano un calo sensibile dei fenomeni criminali sull’Isola, e al di la dell’andamento tendenziale, una situazione almeno in linea con il resto della Regione quanto al numero dei reati commessi (in rapporto alla popolazione).
Significativo il dato tendenziale generale: il totale degli eventi criminosi è diminuito nel 2004 del 40%, e nel primo trimestre del 2005 di un altro 15%.
nel 2004 i reati all’Elba sono stati 1024, nel resto della Provincia 8813: il rapporto è 1/8,6 , mentre il rapporto fra le popolazioni stabili dell’Elba e del resto della Provincia è 1/7,5 (40 mila contro 300mila).
Tutte le singole fattispecie poi sono in calo, praticamente senza eccezioni. Estorsioni (-55%), truffe (-66%), lesioni (-28), furti (34%) incendi dolosi (-85%). E calano più all’Elba che nel resto della Provincia.
In termini di valore assoluto i dati forniti consentono di confrontare solo per alcuni reali la criminalità all’Elba e nel resto della Provincia di Livorno Elba esclusa.
Fra i reati per i quali è possibile un confronto sono meno frequenti all’Elba le estorsioni (il rapporto è di 1/56), le truffe 1/11. Più frequenti, in rapporto alla popolazione, le lesioni: 1/5.
Per un confronto con il resto della Toscana si può far riferimento alla “Relazione sullo stato della sicurezza in Toscana”, approvata dalla Giunta Regionale nel giugno del 2004, che individua
gli “indici di delittuosità” delle province toscane (numero di delitti denunciati ogni 100 mila abitanti).
Dai dati forniti dalla Prefettura sui reati commessi all’Elba (1024 nel 2004), calcolando una popolazione media di circa 40000 abitanti (residenti più presenze turistiche spalmate sui 12 mesi)
si può ricavare il tasso di delittuosità dell’Isola: 2560 (4326 nel 2003), nettamente inferiore all’indice “livornese” (4903) ma al di sotto anche dell’indice della Provincia meno “delittuosa” dell’intera regione, Arezzo, dove si registrano 2950 eventi/100 mila abitanti.
Il dato è molto significativo, anche se sconta una certa discrepanza fra i reati commessi (dati Prefettura) e quelli denunciati (dati Regione, che comunque rimanda a quelli del Ministero degli Interni). (es. Provincia Livorno 2003: denunciati 16 mila, commessi 11 mila).
Questo spiega perché il Sindaco di Rio Marina (e Sottosegretario alla Difesa) abbia voluto complimentarsi con le Forze dell’Ordine per “l’efficacia della loro azione di contrasto del crimine”.

ALCUNI DEI DATI DIFFUSI DALLA PREFETTURA:

Reati totali:
Elba 2004:1024, Elba 2003: 1726 (-40%), 1° trimestre 2005: 160, stesso periodo 2004 188 (-15%)
Livorno 2004:8813, Livorno 2003: 9276 (-5%)

Estorsione:
dato 2004 Elba: 4, dato 2003: 9 (-55%)
dato 2004 Provincia Livorno: 224, dato 2003: 294 (-23%)

Truffa:
Elba 2004: 41, Elba 2003:122, Tendenza (-66%), tendenza 1° trimestre 2005 (-66%)
Pr. Livorno 2004: 450, Livorno 2003: 1247, Tendenza (-63%)

Lesioni:
Elba 2004:54, Elba 2003:74 (-28%)
Livorno 2004:206, Livorno 2003:200 (-3%)