Quantcast
BALLERINI A TUTTO CAMPO. IL SINDACO DI CAPOLIVERI SI TOGLIE PIU DI UN SASSOLINO DALLE SCARPE, RISPONDE ALLE POLEMICHE: “FOMENTATE DA PERSONAGGI SQUALLIDI”, E REPLICA DURAMENTE ALL’OPPOSIZIONE: “NON HA IDEE, SONO ABITUATE A GESTIRE IL POTERE COME INTERESSE PERSONALE PIÙ CHE COME SERVIZIO PER IL BENE PUBBLICO”. INFINE PARLA DEL SUO CONDONO - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

BALLERINI A TUTTO CAMPO. IL SINDACO DI CAPOLIVERI SI TOGLIE PIU DI UN SASSOLINO DALLE SCARPE, RISPONDE ALLE POLEMICHE: “FOMENTATE DA PERSONAGGI SQUALLIDI”, E REPLICA DURAMENTE ALL’OPPOSIZIONE: “NON HA IDEE, SONO ABITUATE A GESTIRE IL POTERE COME INTERESSE PERSONALE PIÙ CHE COME SERVIZIO PER IL BENE PUBBLICO”. INFINE PARLA DEL SUO CONDONO

INTERVISTA AL PRIMO CITTADINO CAPOLIVERESE DOPO UNDICI MESI DI MANDATO. DURISSIMI GIUDIZI SULL’OPPOSIZIONE, E CHIARIMENTO SUI “FAMOSI ABUSI DEL DOTTOR BALLERINI”: “TUTTO RISALE A QUANDO NON ERO SINDACO, ORA NON POSTEGGIO NEANCHE PIU IN DIVIETO DI SOSTA. COMUNQUE NON HO FATTO NUOVI VOLUMI. SE HO SBAGLIATO PAGHERO MA NON E’ LA MINORANZA CHE DEVE GIUDICARMI”

BALLERINI A TUTTO CAMPO. IL SINDACO DI CAPOLIVERI SI TOGLIE PIU DI UN SASSOLINO DALLE SCARPE, RISPONDE ALLE POLEMICHE: “FOMENTATE DA PERSONAGGI SQUALLIDI”, E REPLICA DURAMENTE ALL’OPPOSIZIONE: “NON HA IDEE, SONO ABITUATE A GESTIRE IL POTERE COME I

“Probabilmente molti pensano che sparare attacchi e crearmi problemi ogni giorno, possa servire, forse pensano che io mi stanchi e troni a fare il medico a tempo pieno. Mi dispiace, ma non fa parte del mio carattere: io sono un testardo, ho acquisito la testardaggine dei capoliveresei con le conoscenze che ci sono da altre parti. Io non lascio mai le cose incompiute, e cose così importanti poi”.

Si dice che la miglior difesa sia l’attacco. Sembra averlo ben presente, il Dottor Paolo Ballerini, Sindaco di Capoliveri. Sarà che per sua stessa ammissione non si è ancora del tutto calato nelle vesti dell’amministratore politico (“Non sono molto contento di apparire in TV a lanciare messaggi, un pò il mio carattere di medico..mi piace parlare di scienza, come politico sono nuovo e mi trovo in grave difficoltà. Non mi piacciono i politici che usano i mass media e che molto spesso vengono strumentalizzati, sono anche convinto che esistano le sedi adatte per questo, una volta era l’Agorà, ora potrebbe essere anche la sede del Consiglio Comunale”).
Forse undici mesi fa non avrebbe immaginato un primo anno di mandato tanto difficile, con un’opposizione che dopo lo shock elettorale sembra sempre più agguerrita, ed è ancora molto forte, fra la gente e nei “posti strategici” del paese, ed una maggioranza sulla quale s’inseguono sempre più insistenti voci di dissidi interni e incomprensioni; ed un’accoglienza tutt’altro che incoraggiante degli ambientalisti locali che gli hanno chiesto spiegazioni sulla sua domanda di condono, e ora non perdono occasione per denunciare e segnalare “strani abusi” e “disastri urbanistici”.
Sta di fatto che non usa giri di parole, Ballerini, per rispondere contrattaccando: “Il 14 giugno scorso la maggioranza della gente di Capoliveri mi ha dato la fiducia –dice Ballerini- e non sarà disattesa. Sarà mio compito utilizzare tutte le mie capacità per portare il mio paese a una dimensione di vivibilità ottima. Dobbiamo migliorare i rapporti tra i cittadini, squarciati dalle polemiche che vengono fomentate da personaggi squallidi, che per avere e un piccolo tornaconto creano grossi problemi, come nella strumentalizzazione sulla scuola materna”.
“Basta con l’arroganza, la prepotenza, la presunzione e l’incapacità –si sfoga il Sindaco- spero di dare alla gente quello che si aspetta: il miglioramento del paese , non con l’insediamento di case, piani che lasciano il tempo che trovano, anche perché creano solamente confusione. Bisogna cominciare a costruire parcheggi, dei centri comunali, un museo, un auditorium, parcheggi per le spiagge, scuole adeguate ai tempi, centri sportivi, centri per giovani e per anziani. Sarà bene cominciare a costruire nuovo edifici comunali. In 15 anni non mi vengono in mente opere pubbliche costruite, a parte qualche muro e qualche strada. Sono finite tutte male. Dovremo dare un posto ai vigili urbani, mettere a posto il cimitero, rifare il Piano strutturale. Questo è il nostro programma e noi stiamo andando in questa direzione. Solo gli stolti possono pensare che siano necessari dieci mesi per realizzare tutto ciò che non è stato fatto in 14 anni, basta ora polemiche. Si deve lavorare, perché tra quattro anni gli elettori saranno chiamati a giudicare l’operato di questa amministrazione, che è un amministrazione seria e onesta”.
”Non ho mai voluto intervenire in questa bagarre –dice Ballerini- ora però mi hanno preso per i capelli, e devo far sentire la mia voce. E’ bene che si faccia anche qualche chiarimento. Il mio nome spesso è stato gettato sui giornali in modo improprio, si è voluto dare di me un’immagine che sicuramente non è veritiera. Un’immagine che forse mi ha anche danneggiato dal punto di vista umano e professionale.
Comunque vorrei rispondere a quella famosa lettera che la minoranza aveva inviato a voi giornalisti, dicendo che “la comunicazione quando non veritiera confonde le idee”. Io mi spingo oltre –replica Ballerini- affermando che forse più colpevoli e ingannevoli delle menzogne sono le reticenze. Allora io direi basta con le reticenze, bisogna cominciare a dire espressamente quello che veramente c’è in un amministrazione. Si accusa quest’Amministrazione di essere favolistica, arrogante, ma io dico che (gli insegnamenti di Socrate non sono molto conosciuti) è arrogante chi presume di sapere, e io dico che la Lista Civica per Capoliveri mi sembra quanto mai presuntuosa, e ancora più arrogante è accusare quest’Amministrazione di creare un clima di scontro e confondere le idee del paese.
Un’accusa che dire infondata è poco: tutti sanno che gli scontri e le confusioni nuocciono in particolar modo alle maggioranze, e spesso sono uno strumento prelibato per una minoranza che non ha idee, perché sono stati abituate a gestire il potere come interesse personale più che come servizio per il bene pubblico. Sono stufo di sentire tutte queste illazioni. Sembra che la mia Amministrazione sia incapace, direi che queste persone, che probabilmente saranno anche dei bravi menager ma non mi sembra che l’abbiano dimostrato né nell’amministrazione pubblica né nella propria professione (anche perché fare disastri nella cosa pubblica, spendere e spandere nelle cose più stupide e’ facile quando chi paga è il solito inconsapevole cittadino)La minoranza si lamenta per i rapporti istituzionali. Però una minoranza che mi fa interpellanze su mia mamma anziana che litiga con un ex assessore e con un operatore ecologico e che mi viene a chiedere le scuse pubbliche a questo operatore ecologico e a questo ex consigliere…Io non ho niente contro queste persone, le conosco molto poco, ma portare a un sindaco queste problematiche mi sembra stupido, e io non ho tempo da perdere con queste stupidaggini.
Un’altra cosa che la minoranza, che non capisco con quali dati, ha voluto fare, è la denuncia del nostro segretario per effetto mobbing. Probabilmente chi ha pronunciato questa parola non sapeva neanche che volesse dire, perché da un segretario che è qui da noi da un mese non si può subire quest’effetto, perché per mobbing s’intende un effetto prolungato, un angheria da parte di un superiore che si perpetra per diverso tempo. Mi è sembrato esagerato anche il fatto che tutte queste cose siano state inviate alla magistratura. Io ho fatto un indagine su questo, e il risultato è nessuna persona che si sia lamentata, anzi il Segretario comunale opera da oltre vent’anni, ha lavorato in paesi molto più grandi del nostro, nel nord-Italia, ha portato qui da noi novità importanti. D’altra parte è facile portare novità, perché la macchina amministrativa più che una macchina era una ruota dei primitivi, disorganizzata, con uffici male organizzati, strutturati in modo vecchio. Io vengo da diversi anni di organizzazione sanitaria, e devo dire che ha diverse similitudini con quella del comune. Non potrei assolutamente fare un paragoni, perché siamo lontani anni luce , io non sapevo neanche cosa volesse dire un budget. Abbiamo adesso incominciato a organizzare la riscossione dell’ICI e della TARSU in un modo scientifico, per far venire fuori le persone che non pagano, anche perché se tutti pagano, tutti pagano meno. Ma il nodo cruciale è quando la minoranza interviene sulla mia persona, sul mio privato. Io sono stato eletto nel giugno del 2004 , appena sono arrivato sono state fatte decine di lettere anonime, cose molto brutte, mi hanno creato qualche problema: i famosi “abusi edilizi del dottor Ballerini”. Allora, sia chiaro: Ballerini non ha fatto nessun nuovo volume. Ci sono probabilmente della alterazioni, dovute a dei difetti di organizzazione che c’erano a Capoliveri, usanze per cui un condono è il muretto, un condono è il cancello, un condono è il pavimento esterno. Comunque se io ho sbagliato in qualcosa non l’ho fatto nella mia fase da sindaco. Sono cose di molti anni fa. Poi se ho sbagliato pago, questo non è un problema, ci sarà sicuramente qualcuno che dovrà giudicare, spero che non sia la minoranza a giudicarmi, anche perché non penso che ne abbiano né le qualità né le possibilità. Io non voglio dire che queste lettere anonime sia stata la minoranza politica a scriverle , non lo credo anche perché sarebbe un atto politico stupido e controproducente (oltretutto parlare di abusivismo edilizio a Capoliveri per queste cose mi sembra abbastanza ridicolo).
Però la minoranza ha inviato una bellissima interpellanza su questi famosi abusi, a cui io risponderò, sembra che io abbia una casa che sia di 800 metri cubi. La mia casa basta andarla a vedere, è una piccola casa fatta nel ’93-’94. Il ’93 è il periodo in cui ho comprato, non facevo ancora il Sindaco, ho comprato in un bellissimo posto, sono contento di aver avuto quest’opportunità. Ora non so per quale motivo la minoranza ha ripreso questo problema, ma vorrei dire loro che anche se ci fosse stato un abuso edilizio di entità irrilevante fatto dieci anni fa, una cosa è l’abuso edilizio, una cosa è la corruzione, una cosa è la concussione, una cosa è l’associazione a delinquere in peculato. Se è vero che quando si è amministratori dobbiamo essere perfetti, io da quando sono amministratore non ho neanche più messo la macchina in divieto di sosta. Prima ce la mettevo e dicevo se mi fanno la multa la pago, adesso che sono Sindaco non succederà più che io possa fare qualcosa di irregolare. Io ho tanti metri di terreno sul mare , se un giorno su questo terreno ci dovesse nascere un villaggio, direi che qualche critica non sia solo giusta, ma sia dovuta, perché un sindaco deve pensare a far diventare gli altri più ricchi, non solo in termini economici: una migliore vita, un paese più bello, più tranquillo.”