Quantcast
"PRIMO PREMIO ELBA CUP-FOOD 2005" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“PRIMO PREMIO ELBA CUP-FOOD 2005”

DALLA GARA DI VELA A QUELLA DI CUCINA. CON L'ELBA CUP, PROSSIMA AL VIA NELLE ACQUE DEL MARE ELBANO, NASCE, GRAZIE ALLA CONFCOMMERCIO, IN COLLABORAZIONE CON ALTRE ASSOCIAZIONI ED ENTI PUBBLICI DELL'ELBA, IL "PRIMO PREMIO ELBA CUP-FOOD"

"PRIMO PREMIO ELBA CUP-FOOD 2005"

E’ una sfida gastronomica in tre giorni, il 6 e 7, 8 maggio, che coinvolgerà tutta l’isola della ristorazione, un match parallelo a quello dei campioni della vela. La competizione tra chef dei ristoranti elbani ha come tema: “Il pesce della tradizione nella cucina moderna”, un viaggio tra i sapori antichi e la ristorazione attuale. Sarà la stampa specializzata nazionale, del settore enogastronomico, guidata da Claudio Mollo, a valutare ricette e preparazioni e soltanto 8 di queste, dopo una prima selezione, parteciperanno alle finali, che si svolgeranno presso i locali dei rispettivi ristoratori finalisti. Ci sanno 4 assaggi nel tardo pomeriggio di venerdì 6 e 4 a metà mattinata di sabato 7 maggio. Otto bellissime tappe gastronomiche, un tour elbano tra i sapori mediterranei. Due le commissioni giudicanti: la prima, tecnica, tutta di giornalisti del settore; la seconda fatta di noti personaggi del settore velico-sportivo. Oltre Claudio Mollo, giornalista enogastronomo manager dell’evento, saranno della partita per la giuria di esperti, Gianni Staccotti, Cinzia Tosetti, Sostene Schena e Riccardo Farchioni provenienti da diverse parti d’Italia e specializzati nel settore ed alcuni di loro, anche in guide sulla ristorazione. “I componenti della commissione “sportiva”, -fa notare Mollo- invece, saranno individuati sul posto dall’organizzazione dell’Elba Cup. Al vincitore, nella mattina di domenica 8, in contemporanea con le fasi delle premiazioni per le regate, andrà il “Primo Premio Elba Cup-Food” e per tutti gli altri un secondo posto ex aequo”. Il progetto, della Confcommercio, guidata da Luciano Marinari, è un punto di partenza teso alla valorizzazione del patrimonio gastronomico, in particolar modo quello ittico, dell’isola e del resto dell’Arcipelago Toscano.