Quantcast
CAPOLIVERI : LA MINORANZA SPARA A ZERO SU BALLERINI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

CAPOLIVERI : LA MINORANZA SPARA A ZERO SU BALLERINI

RIEMERGE LA STORIA DEL BARBECUE DEL SINDACO E DEI CONDONI, A CUI SI AGGIUNGONO PESANTI ACCUSE SULLA GESTIONE DELL’EDILIZIA PUBBLICA

CAPOLIVERI : LA MINORANZA SPARA A ZERO SU BALLERINI

“Sono passati circa otto mesi dal giorno in cui il giornale ‘Il Tirreno’ ha pubblicato la notizia che il Sindaco di Capoliveri Paolo Ballerini è stato oggetto di un controllo , eseguito dalla Guardia di Finanza e dal Corpo Forestale dello stato sulla sua abitazione di Capoliveri in località Zuccale”.
Questo l’esordio della pesante interpellanza che è stata resa nota dal gruppo consiliare di minoranza capoliverese, che a quanto pare ha deciso di rompere gli indugi attaccando il Sindaco sulle voci dei presunti abusi edilizi riscontrati nella sua proprietà.
“La cosa strana – si legge nell’interpellanza – è che nell’elenco dei condoni del comune di Capoliveri , risulta che il Sindaco Paolo Ballerini abbia presentato ben otto domande di sanatoria per abusi commessi sulla sua abitazione. A questo punto ci domandiamo : per un barbecue otto domande di condono? Ma quanto era grande questo barbecue? Ma soprattutto veramente si trattava di un barbecue? Una cosa pare certa : l’abuso in questione esiste , lo confermano il resoconto del sopralluogo effettuato dagli organi di polizia e la successiva presentazione degli otto condoni da parte del predetto primo cittadino”.
L’interpellanza continua poi con dei rilevi di carattere tecnico a dire il vero piuttosto precisi e circostanziati. “Il fatto grave – dice la minoranza capoliverese – è che la zona in cui è ubicata l’abitazione del Sindaco è perimetrata ai sensi della D.C.R 296/88 e cioè a inedificabilità assoluta , tanto è che per tali zone non è nemmeno ammissibile il condono edilizio , come appunto dispone la Legge della Regione Toscana n° 53/2004. Non è che Lei , signor Sindaco, vuole deperimetrare la zona cui insiste il fabbricato in questione in modo da rendere ammissibili i condoni presentati?Le ricordiamo – dicono ancora i consiglieri comunali – che Lei ha promosso una campagna moralizzatrice nell’ambito dell’edilizia privata: sia allora il primo a dare l’esempio in tale direzione, chiarendo una volta per tutte la sua tanto chiacchierata posizione. Una posizione che lo vede finora immune da un’obbligatoria ordinanza di demolizione e da qualsiasi provvedimento sanzionatorio” .
Un altro argomento piuttosto pesante viene poi messo in evidenza nella stessa interpellanza. “Da mesi circola insistente la voce che un vigile urbano di Capoliveri sia stato oggetto di una verifica da parte dei Carabinieri, in quanto lui stesso o la moglie abbiano presentato condoni per abusi edilizi commessi sulla propria abitazione. Si tratterebbe – dice la minoranza di Capoliveri – dello stesso dipendente del Comune che, sembra, Lei voglia spostare da vigile urbano a impiegato interno e addirittura proprio come responsabile nell’ufficio edilizia privata”.
Un’ultima domanda rivolta nell’interpellanza al Sindaco Ballerini riguarda infine altri suoi collaboratori. “Il Suo Vice Sindaco – dicono i Consiglieri della Lista Civica per Capoliveri – per ben due tornate elettorali , si è presentato agli elettori come agente immobiliare e quindi soggetto che opera nell’edilizia privata. Le chiediamo quindi se la presenza in giunta di quest’ultimo sia compatibile con la legge, ed inoltre quale compatibilità morale e giuridica abbia ad esserci con la presenza incombente del cognato del vice sindaco quale unico controllore del settore e forse prossimo impiegato dell’ufficio tecnico”.