LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

IL VERNACOLO CAPOLIVERESE AL TEATRO DEI VIGILANTI

IL 29 LA COMPAGNIA TEATRALE PARROCCHIALE "CAPUT MUNDI" DI CAPOLIVERI PORTA IN SCENA "IL POLVERONE", DI DI BIAGIO-ARDUINI

IL VERNACOLO CAPOLIVERESE AL TEATRO DEI VIGILANTI

E’ sullo sfondo dei primi anni ’60 che si inserise questa rappresentazione in vernacolo. I protagonisti sono i capoliveresi, contadini/cavatori che in virtù di uno straordinario spirito di sacrificio, di un impulso profondo al cambiamento, di un’esauribile tenacia, cercavano di delineare il proprio avvenire e lo vedevano già in atto, almeno nelle aspettative, nell’industria turistica, che in poco tempo avrebbe rivoluzionato abitudini atteggiamenti, modi di vestire e di pettinarsi. Di questa stagione abbiamo cercato di respirare il clima e di rappresentarlo in maniera talvolta esagerata.
Abbiamo rispolverato avvenimenti e situazioni che parlano delle ambizioni, del forte campanilismo, delle liti continue
con la vicina Longone, dell’attaccamento profondo alle tradizioni e alla cultura di questa nostra terra. Il teatro può essere divertimento ma anche un grande momento di aggregazione per: ripensare a quanto è stata faticosa la via per la conquista del benessere; suscitare interesse e autentica curiosità tra le ultime generazioni per vocaboli ormai in disuso;
mettere in mostra la creatività di “dilettanti allo sbaraglio”.

“Il Polverone”
Scritta e realizzata da:
Lorella Di Biagio e Patrizia Arduini
Regia di Franca Messina Canovaro
Canzoni e presentazione di:
M. Paola Scappini
Supporto tecnico:
Attilio Galli, Gianfranco Ferrero
Dipinti di:
Sandro Zingoni