Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“SU ELBANI NEL MONDO NESSUNA LEGGEREZZA. NON DA PARTE NOSTRA”

L'ASSESSORE GALEROTTI RESPINGE LE CRITICHE: "SE SI VUOLE TROVARE SUPERFICIALITA FORSE LA SI PUO TROVARE IN ALTRI CHE NON SONO LA COMUNITA MONTANA. LE MODIFICHE SONO STATE PONDERATE ATTENTAMENTE, E CONCORDATE CON LA SCUOLA"

"SU ELBANI NEL MONDO NESSUNA LEGGEREZZA. NON DA PARTE NOSTRA"

L’ Assessore Simona Galerotti, a nome della Giunta della Comunità Montana, torna sul progetto “Elbani nel mondo”, replicando a Gualberto Gennai, Presidente dell’ACEM, (l’Associazione Capoliveri Elbani nel mondo che lo ha concepito e realizzato d’intesa con l’Ente comprensoriale, prima della clamorosa rottura di pochi giorni fa) e alla consigliera Mancuso, Vicesindaco di Rio Marina, che aveva avanzato dei rilievi alle modifiche apportante dalla Comunità Montana. “Le mie critiche alle modifiche erano dettate solo dal buon senso, e sono state liquidate come polemiche strumentali Ora Gennai conferma che meritavano un’attenzione meno superficiale”. Così la Mancuso aveva commentato la replica della Galerotti, dopo la notizia della rottura fra ACEM e Comunità Montana.
La Galerotti, dunque, a sua volta oggi ribadisce che “sono valutate con attenzione, e con senso di responsabilità, tutte le osservazioni emerse attorno al progetto del viaggio in Australia di otto alunni della scuola dell’obbligo di Portoferraio.”
“Si è deciso unanimemente di modificare in parte le caratteristiche di partecipazione al viaggio premio -dice l’Assessore- alzando l’età dei ragazzi e prevedendo presenze di tutti i paesi dell’Isola, mantenendo il criterio del merito scolastico, e di realizzare altre iniziative, quali la raccolte di materiali ed il portale web dedicati all’ emigrazione degli elbani. Queste modifiche e iniziative sono state concordate con l’Istituto Comprensivo di Portoferraio.”
“La legittimità ad avere opinioni diverse su quanto deciso è fuori discussione -conclude l’Assessore Galeotti- ma ciò non autorizza però a ritenere che le scelte a cui si è giunti siano state fatte con leggerezza: se si vuole rintracciare superficialità forse essa appartiene a decisioni diverse da quelle assunte dall’ attuale Giunta della Comunità Montana.”