LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

E’ MORTO MASSIMO ANSELMI, VITTIMA DI UNA CADUTA AL BAR ROMA

SI E' FERMATO INTORNO ALLE 16 IL CUORE DELL'UOMO, VITTIMA DI UN INCIDENTE NEL NOTO CAFFE' DELLA CALATA DI PORTOFERRAIO SABATO POMERIGGIO. AVEVA 49 ANNI

E' MORTO MASSIMO ANSELMI, VITTIMA DI UNA CADUTA AL BAR ROMA

Non ce l’ha fatta Massimo Anselmi, il cinquantenne portoferraiese vittima di una caduta in un noto caffè del centro alle 17 di sabato pomeriggio.
Intorno alle 16 di domenica il suo cuore si è fermato, dopo che già dalle 11 di domenica mattina i medici dell’ospedale di Livorno avevano constatato e comunicato ai familiari l’encefalogramma piatto che denotava l’interruzione di attività celebrale.
Erano apparse subito molto gravi, le sue condizioni cliniche, per effetto del forte trauma cranico determinato dalla caduta sugli scalini che collegano la sala interna e la veranda del Bar Roma, il locale dove lavora il fratello di Massimo, Alessandro.
I volontari della Misericordia di Portoferraio, immediatamente accorsi sul posto, avevano verificato la perdita di conoscenza dell’uomo, che era stato condotto all’ospedale elbano.
I medici di Portoferraio sospettando una forte emorragia interna, avevano disposto il trasferimento in un altro ospedale. Si allertava dunque l’elisoccorso, e la Croce Verde traspotava il ferito a San Giovanni. L’elicottero, nonostante le difficili condizioni metereologiche, era potuto atterrare e ripartire da San Giovanni intorno alle 20.
Ma i medici livornesi confermavano una vasta emorragia legata alla contusione; le condizioni di Anselmi erano disperate, e ogni tentativo risultava purtoppo vano.
Domenica mattina alle 11 l’encefalogramma era piatto. Alle 16, quindi, prima della seconda verifica sull’attività celebrale, anche il cuore smetteva di battere.
Massimo Anselmi aveva 49 anni, era molto noto a Portoferraio, dove con il fratello aveva gestito per anni un altro locale del centro cittadino. Non era sposato, viveva con la mamma.
Dal momento che si è trattato di una morte accidentale, è stata disposta l’autopsia.
Alla mamma e al fratello di Massimo Anselmi le condoglianze della nostra redazione