Quantcast
Sarà fortuna o sarà disgrazia? - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sarà fortuna o sarà disgrazia?

Chi ha vinto e chi ha perso le elezioni

Il buon Edoardo De Filippo raccontava spesso un aneddoto, quello del solito cinese, attraverso il quale voleva convincere l’interlocutore sulla relatività di qualsiasi accadimento.
Mi pare di avere sentito raccontare tale aneddotiche a scanso di errori ed omissioni recitava:
Un contadino cinese aveva un unico figlio ed un’unica giumenta, sola ricchezza della famiglia. Un giorno, la giumenta fuggì e la notizia si sparse per le contrade limitrofe. I vicini si misero nei panni del povero cinese e si recarono presso di lui per condolersi. Il cinese li ricevette con estrema cordialità e dopo averli lasciati parlare, così si rivolse loro: “Siete proprio sicuri che si tratti di una disgrazia?”.
Manco a dirlo,di lì a pochi giorni,la giumenta tornò con dieci cavalli selvatici. Era ,certamente una fortuna! Per cui, gli stessi contadini si affrettarono a recarsi dall’amico,questa volta per rallegrarsi.
Furono ricevuti con la solita gentilezza, senza grandi esplosioni di gioia. Nel commiato, anzi, il cinese commentò: “Siete proprio sicuri che si tratti di una fortuna?”
Non lo avesse mai detto! Il figlio,l’unico figlio, nel tentativo di ammansire uno di quei cavalli, cadde e per poco non ci rimaneva secco. Nuova corsa dei vicini,nuove parole di conforto. Ma il cinese al solito: “Siete proprio sicuri che si tratti di una disgrazia?”
Ma che era indovino? Gli amici non erano ancora andati via e su un carro il giovane figlio era stato trasportato nel vicino ospedale, quando ad un tratto tutti furono colpiti da uno strano cupo rumore.
Il soffitto della piccola stanza cadde proprio sul misero giaciglio sul quale avrebbe potuto trovarsi il ragazzo.
Questa volta, i vicini si limitarono a salutare senza alcun commento.
Ecco anche in fatto di risultati elettorali tra le botte e ribotte di chi a vinto e chi perso, tra i moccoli degli sconfitti e gli osanna dei conquistatori non ci sentiamo di avere raggiunto nessun risultato …sarà stata una disgrazia?….oppure …sarà stata una fortuna? Che dire? “quisque arbiter fortunae suae”-ciascuno è artefice del proprio destino ed in fondo trova sempre …quello che merita.

Anonimo