Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“PATENTINO” A RISCHIO PER 47 RAGAZZI

LE FAMIGLIE CHIEDONO L'INTERVENTO DELLE AUTORITA' PER NON PERDERE TEMPO E DENARO

"PATENTINO" A RISCHIO PER 47 RAGAZZI

Quarantasette ragazzi elbani rischiano di non poter sostenere l’esame per il patentino per la guida del ciclomotore entro la data stabilita dalla legge, dopo aver svolto, nell’aprile 2004, il corso di 20 ore presso le scuole medie. Sta per terminare, infatti, l’anno a disposizione degli studenti, entro il quale poter sostenere gli esami, gestiti dalla Motorizzazione civile. Il termine utile è il 30 aprile prossimo. Ma in extremis pare che sarà indetta una sessione d’esame presso l’ITCG Cerboni, ma per chi non supererà il test c’è il rischio di dover ripetere lo stesso il corso di preparazione, non essendo previste immediate prove d’esame di recupero. I genitori non ci stanno e chiedono una deroga, mediante un esposto alle autorità competenti. Una deroga che potrebbe essere consentita, visto il ritardo con il quale questi ragazzi arrivano agli esami. “Ai nostri ragazzi- dicono i genitori nell’esposto- deve essere concessa una chance in più, nel caso di bocciatura all’esame; a tutti gli altri che hanno fatto gli esami nei tempi giusti è stata concessa”. Diverse famiglie hanno già pagato i circa 33 euro di tasse, necessari all’iscrizione e sono circa 47 gli studenti interessati. “Siamo certi -conclude la nota dei genitori- che non si saranno penalizzare questi futuri utenti della strada. Ci rivolgeremo anche alle autorità locali, al Sindaco di Portoferraio, per avere sostegni e garanzie”.