Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

SECONDO GIORNO DI ELEZIONI PER ELBA E VAL DI CORNIA. ALLE 15 INIZIA LO SCRUTINIO

IL DATO DELL'AFFLUENZA REGIONALE E PROVINCIALE DI IERI, PRIMO DEI TRE GIORNI DI LUTTO NAZIONALE

SECONDO GIORNO DI ELEZIONI PER ELBA E VAL DI CORNIA. ALLE 15 INIZIA LO SCRUTINIO

Secondo giorno di voto per le elezioni del Presidente della Regione Toscana e del nuovo Consiglio Regionale a 65 seggi.
Alle 19 di ieri in Toscana aveva votato il 41,6% degli aventi diritto, contro il 57,2 dell’ultima elezione regionale, di cinque anni fa, quando però ci fu un unico giorno di votazione.
La Provincia di Livorno ha chiuso i seggi ieri sera con il 52,8%, contro il 73 del 2000. Alle 19 i votanti erano il 40,4%. Alle 12 la Provincia di Livorno aveva fatto registrare il 12,9%, dato di affluenza più alto dopo quello di Firenze (13,9%).
Nel primo dei tre giorni di lutto nazionale -bandiere a mezz’asta nei Comuni, nelle caserme e negli uffici pubblici- sono andati a votare i cittadini dei Comuni elbani e della Val di Cornia.
Dopo una campagna elettorale in tono minore, e chiusa con un giorno d’anticipo per le notizie provenienti dal Vaticano, il clima meteoreologico perturbato e la temperatura pungente hanno sostenenuto il dato dell’affluenza nelle varie seizoni elettorali dei nostri paesi.
Clima metereologico perturbato, e atmosfera mesta: nei vari paesi le funzioni domenicali sono state emotivamente molto partecipate, e dedicate dai credenti a Giovanni Paolo II.
Così nel Duomo di Massa Marittima, dove il Vescovo e i fedeli hanno innalzato una preghiera per il Pontefice; come Rio Marina, con una Santa Messa particolarmente commossa officiata dal parroco polacco Don Jarek, ed in ogni chiesa dei nostri paesi, dove si comincia a preparare il pellegrinaggio per le esequie del Santo Padre.
Annullate dal CONI tutte le competizioni sportive agonistiche, deserti i campi di calcio e i palazzetti dei paesi.