LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Gli auguri di Giovanni Muti per TirrenoElbaNews

"Riempite un vuoto. Al di fuori degli schieramenti. Buon lavoro"

La nascita di un nuovo giornale ci tende la trappola della retorica sulla utilità di allargare gli spazi della comunicazione e quindi della democrazia. Cercherò di evitarlo rimanendo sul concreto.
Quello che io vi vedo, in questa iniziativa, sono almeno due elementi interessanti.
Il primo attiene alla formula scelta della messa in onda della notizia in tempo reale. Servizio che nasce da un’idea vincente: un
razionale rapporto sinergico con la redazione di “TeletirrenoElba” che è costantemente sulla notizia.
L’altro elemento è la scelta di collocarsi, come linea editoriale, al di fuori degli schieramenti politici. Se questo obiettivo sarà raggiunto, sarà riempito un vuoto e ristabilito un minimo di equilibrio nel
panorama dell’informazione elbana. Sullo stato di salute della quale avremo
l’immenso piacere di ritornare. Certo, noi che abbiamo decenni di esperienza di gestione di aziende che fanno informazione, sappiamo come la strada che porta a questo obiettivo
sia tormentata. Perché bisogna sapersi districare tra la giungla di interessi, magari legittimi, ma spesso contrastanti di gruppi di potere e associazioni economiche e culturali.
E anche perché bisogna cercare di non lasciarsi coinvolgere nelle inevitabili polemiche politiche, legittime ed utili in democrazia, ma che attenuerebbero la nostra credibilità rendendo più debole il nostro messaggio. L ‘impegno dovrebbe essere quello di fare questo lavoro con coscienza, senza preoccuparsi più di tanto delle etichette che inevitabilmente ci verranno attaccate.
E poi, naturalmente, un occhio privilegiato al mondo del lavoro, all’artigianato, al commercio e a tutti agli inserzionisti che hanno fiducia in noi, che ci permettono di andare avanti e che si attendono da noi un prodotto che influisca positivamente sullo sviluppo delle loro aziende.
Quindi da una parte si tratta di assolvere ad un’importante ruolo nella società e dall’altra proteggere il futuro dell’azienda e di coloro che ci lavorano. Queste sono le preoccupazioni. Dopo tutto la differenza fra chi fa questo mestiere per gioco e chilo fa di professione sta tutta qui.
Credo che abbiate tutte le carte in regola per vincere questa sfida: mezzi adeguati, conoscenze tecniche, professionalità, esperienza.
Buon lavoro di cuore

Giovanni Muti