La lettera della senatrice a vita Liliana Segre in occasione della commemorazione del Giorno della Memoria

La lettera inviata dalla cittadina onoraria Liliana Segre ai cittadini di Portoferraio

Lettera

La senatrice Liliana Segre

Care cittadine e cari cittadini di Portoferraio,

ci tengo vi giunga il mio saluto in occasione della commemorazione del Giorno della Memoria 2021. Appuntamento importante, perché ogni anno ci ricorda la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz da parte dei soldati sovietici, il 27 gennaio 1945.
Eppure, a proposito di memoria, non va mai dimenticato che quell’evento, l’apertura dei cancelli di Auschwitz, non significò affatto la fine delle atrocità. Il giorno prima della liberazione infatti era iniziata una terribile “marcia della morte”, che vide i nazisti spingere migliaia di sopravvissuti stremati, al gelo e alla fame, sempre più verso ovest. Questo ultimo orrore si concluse solo i primi di maggio del 1945. Eravamo migliaia all’inizio, ma solo un pugno di noi, poche decine, riuscì a sopravvivere. Per questo è così importante la conoscenza storica e la conservazione del ricordo.
Quest’anno purtroppo la Commemorazione del Giorno della Memoria potrà avvenire solo con modalità da remoto, ma mi auguro che anche l’iniziativa nel vostro territorio abbia comunque eco e riscontro. Senza memoria infatti, cioè senza il senso della storia, delle cause, delle conseguenze, delle responsabilità è impossibile una cittadinanza consapevole e pienamente democratica.
Spero dunque che l’occasione del Giorno della Memoria contribuisca a rinsaldare il legame civile e morale fra noi tutti. In un periodo drammatico come l’attuale ne abbiamo particolarmente bisogno.

Un caro saluto a voi tutti,

Liliana Segre 

Indietro martedì 26 gennaio 2021 @ 16:57 © Riproduzione riservata