Nel Comune di Rio ancora precariato all'urbanistica

Scritto da Gruppo consiliare TERRA NOSTRA

Rio

Non è normale che un comune sia come un albergo, dove i dirigenti dei servizi vanno e vengono. Il 28 febbraio prossimo, per motivi suoi, il dirigente dell’urbanistica non rinnoverà l’incarico e sarà sostituito da un altro esterno “precario” assunto ancora con l’art. 110 (direttamente dal sindaco, senza un concorso e a tempo determinato) che possa dare stabilità e certezza agli uffici e all’utenza, assicurando anche la libertà decisionale al dipendente che deriva dall’essere assunto senza condizionamenti, ancorché temporali, oltretutto in un settore delicato come quello. Il ricorso a quella norma deve essere eccezionale e non può diventare la regola. Il sindaco Corsini continua imperterrito a fare come gli pare, e da due anni e mezzo Rio è diventato un paese dove le regole ordinarie sono eccezione: lui sceglie e il prescelto deve avere solo le garanzie precarie derivanti dai contratti a termine, e rinnovabile a discrezione. Perché tutto questo? Si faccia un regolare concorso pubblico con assunzione a tempo indeterminato, come avviene in tutti i comuni in via ordinaria, e si dia stabilità e certezza una volta per tutte.

Gruppo consiliare TERRA NOSTRA

Indietro lunedì 11 gennaio 2021 @ 14:41 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus