Covid: Landi (Lega), Attivare letti di terapia intensiva in ospedale a Portoferraio

Scritto da Marco Landi

Portoferraio

Ospedale di Portoferraio

“L’emergenza Covid, l’arrivo dell’inverno con l’aggravio del carico sanitario dovuto a influenze stagionali, il maltempo che rende spesso difficoltosi i trasferimenti dei pazienti sul continente: mai come oggi è necessario attivare un reparto di terapia intensiva presso l’ospedale di Portoferraio”.

A chiederlo il consigliere regionale della Lega Marco Landi, anche alla luce delle difficili condizioni meteo che investono la Toscana in queste ore.

“Tra i primi atti che ho presentato - ricorda il consigliere - c’è un’interrogazione con cui chiedo alla Giunta di mettere nero su bianco se intende attivare delle postazioni di terapia intensiva presso il nosocomio elbano. In passato sono stati ritenuti sufficienti i quattro posti letto in sub-intensiva, con un protocollo che prevede, in casi di emergenza, la stabilizzazione del paziente e il successivo trasporto con l’elisoccorso a Livorno o presso altri ospedali toscani. Una scelta discutibile allora e ancor più in una fase come quella attuale”, prosegue Landi.

“L’associazione Elba Sanità sta raccogliendo firme per sollecitare la giunta regionale a intervenire per scongiurare il rischio che i cittadini dell’Elba subiscano ingiuste conseguenze. Il presidente Giani e l’assessore Bezzini prendano in considerazione la richiesta così come la mia interrogazione e dicano agli elbani cosa intendono fare. Il tempo, oggi più di sempre, è prezioso”. 

Indietro venerdì 20 novembre 2020 @ 17:01 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus