Le pasquinate e la responsabilità del degrado di Portoferraio

Scritto da Marcello Camici

Portoferraio

Centro storico di Portoferraio

Ho letto l’articolo “ANCORA SUL DEGRADO DEL CENTRO STORICO PORTOFERRAIO. UNA LUNGIMIRANTE ANALISI DI SERGIO BICECCI “.
Si afferma che quando si interviene a denunciare un problema come il degrado di Portoferraio non ci si dovrebbe limitare a metterlo in evidenza con discorsi o fotografie ma se ne dovrebbe anche analizzare le cause che lo hanno provocato, prevederne i possibili sviluppi negativi suggerendone possibili soluzioni.
In questo periodo molti interventi sul degrado di Portoferraio avvengono proprio con foto e discorsi senza analisi delle cause, dei possibili, sviluppi, delle possibili soluzioni: tutto ciò assai spesso mascherandosi a volte da sardine e pasquini limitandosi a puntare il dito contro il problema e diffondere foto.
Si afferma che tale modo di intervenire sul degrado di Portoferraio lascia credere che la responsabilità sia dell’attuale amministrazione.

Le pasquinate nella satira e nella storia rappresentano fatti importanti specie quando indicano il vero come nella fattispecie del degrado di Portoferraio.
Possono essere incomplete non approfondendo l’analisi ma, se son vere, ben vengano, anche se anonime.
Personalmente preferisco il non anonimato.
Anche se non tutta la responsabilità dell’attuale degrado è di competenza dell’attuale amministrazione essa, col suo comportamento, sta facendo del suo meglio per averne maggiormente possibile.

Marcello Camici

Indietro giovedì 22 ottobre 2020 @ 10:10 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus