Piano Portuale Marciana Marina, Lista per il Futuro: " Il Piano è pronto, basta buttare soldi dalla finestra"

L’opposizione marinese contesta la scelta dell’Amministrazione di commissionare ad uno studio di Sesto Fiorentino l’analisi del moto ondoso per redigere un piano del porto.

Marciana Marina

Andrea Ciumei

“Dopo un’estate da tutto esaurito, durante la quale l’assenza di un porto strutturato, di posti barca e di servizi fondamentali per il paese come i parcheggi si sono fatti sentire, l’Amministrazione Allori, dopo aver vinto le elezioni sbandierando fake news su muraglioni o presunti ecomostri che secondo i loro modellini avremmo voluto realizzare, riprende in mano il progetto del porto e, per non perdere la faccia, commissiona analisi inutili a spese dei cittadini.” Non la mandano a dire Ciumei, Citti e Lupi, i consiglieri della Lista per il Futuro, mentre commentano la scelta del Sindaco di assegnare allo studio AM3 di Sesto Fiorentino una consulenza di 17.000 euro per analizzare il moto ondoso e ridisegnare un’ipotesi di porto. “E’ irrazionale sperperare denaro pubblico per uno studio, peraltro assegnato a professionisti dal cui sito non trapelano competenze di alcun tipo sui porti marittimi, che esiste già ed è già approvato da tutti gli uffici della Regione Toscana. Il porto va sistemato, è un dato di fatto e alla faccia di chi pronosticava un’imminente crisi della nautica, i numeri di questa estate lo hanno dimostrato. Capiamo che dopo aver vinto le elezioni attraverso illazioni e falsità ammettere che si è sbagliato sia difficile, ma il cambio di rotta non può essere fatto usando soldi dei cittadini. Ogni studio preliminare sulla fattibilità del porto è già stato fatto, depositato e approvato in Regione. Ora bisogna solo procedere con la redazione del progetto definitivo e la messa in gara. Tutto il resto è fumo negli occhi e marchette, filo conduttore della politica marinese degli ultimi tre anni. Il Sindaco è mai stato in Regione a visionare le carte di cui si tratta? A parte l’angolazione dalla sua finestra del suo ufficio sul lungomare ha mai preso visione dei problemi e delle necessità del porto?Quali sono le scelte strategiche per il futuro del nostro paese? Abbiamo visto scomparire i cartelli di divieto di balneazione prospicienti un noto Hotel del lungomare, nonostante l’area del Capitanino sia zona portuale e incuranti delle molte dermatiti tra i piccoli bagnanti constatiamo che a parte il mantenimento di privilegi familiari ormai incancreniti non c’è alcuna visione della Marina che verrà, ma solo perdite di tempo e soldi buttati al vento.”

Indietro venerdì 11 settembre 2020 @ 12:39 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus