Baroccite e Incoscienza

Di Riccardo Nurra

Portoferraio

Foto da Riccardo Nurra

Della “Baroccite” ne abbiamo già parlato: è un modo di vivere, un tirare avanti quotidiano senza notare e porre rimedio al “brutto”, allo sciatto, al non “rifinito”
Qui però si esagera: o siamo ciechi o siamo irresponsabili incoscienti.
Proprio in mezzo alla Calata Italia (la strada del porto) c'è una scalinata che porta a Piazza Virgilio, spazio utilizzato come parcheggio per ora, almeno fino a quando qualche locale di Carpani o di S.Giovanni non chiederà di metterci tavoli e sedie.
Bene, oltre la scala c'è un corridoio che porta alla piazza.
Una griglia è da mesi scoperchiata e coperta solo parzialmente da una transenna rotta con la targhetta “Comune di Portoferraio”: la sera la zona è quasi buia ed è un miracolo che ancora non ci sia stato qualche gravissimo incidente.
Neanche la mia visita ai Carabinieri del 30 luglio u.s., fatta come cittadino, per segnalare questo pericolo, ha sortito alcun risultato.
Qui la Baroccite diventa incoscienza.

Ma più che le parole contano le immagini.

Riccardo Nurra

Indietro domenica 9 agosto 2020 @ 10:27 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus