Unità da diporto imbarca acqua a largo di Punta dei Ripalti (Capoliveri), tratti in salvo dalla Guardia Costiera

Di Capitaneria di Porto di Portoferraio

Guardia Costiera

Foto dell'archivio

Sono da poco passate le 21.00 del 31 luglio 2020 quando alla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Portoferraio perviene una richiesta di soccorso tramite numero di emergenza per il soccorso in mare 1530.

Si tratta di natante a motore di circa 10 metri con quattro uomini a bordo, di nazionalità italiana, che imbarca acqua a circa 2 miglia a sud da Punta dei Ripalti, versante sud est dell’Isola d’Elba.

Immediato l’invio in zona della Motovedetta SAR CP 805 da Portoferraio e personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Porto Azzurro, che entrando in contatto con l’unità, riuscivano a condurla in sicurezza nel porto di Porto Azzurro.

In poco meno di un’ora gli uomini e i mezzi della Guardia Costiera hanno portato a termine l’intervento di assistenza e messa in sicurezza dell’unità da diporto in avaria e constatato le buone condizioni di salute degli occupanti a bordo del natante.

Il pronto intervento congiunto in zona degli uomini della Motovedetta SAR CP 805 e del personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Porto Azzurro, sotto il coordinamento della sala operativa della Capitaneria di porto di Portoferraio, ha consentito di evitare il peggiorarsi della situazione di emergenza garantendo, ancora una volta, la salvaguardia della vita umana in mare. L’unità, all’ormeggio in sicurezza presso il porto di Porto Azzurro, verrà trasferita presso il locale cantiere navale e le cause del sinistro verranno accertate dagli uffici marittimi competenti.

Indietro sabato 1 agosto 2020 @ 18:07 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus