Donazioni pro Covid-19, "di fronte a tanta solidarietà è importante non deludere le aspettative"

Di Francesco Semeraro

Sanità

Foto da Francesco Semeraro

L'Elba anche se non colpita duramente dall'emergenza COVID, vanta tante raccolte una delle quali per dotare il nostro ospedale di una Terapia Intensiva indispensabile per una località insulare come la nostra dove le incertezze di collegamenti causa meteo possono mettere a rischio la gestione e la vita stessa di un paziente in codice rosso.

È chiaro che in un momento come questo per raccogliere fondi basta sollecitare lo spirito di solidarietà attorno a un grande problema. L'Elbano in questo è molto sensibile e la cifra delle donazioni lo dimostra. Ma la raccolta fondi non è solo questo. Se la vogliamo fare bene deve essere accompagnata da due caratteristiche fondamentali, la prima è la chiarezza negli obiettivi perché le donazioni si fanno per dei progetti e per necessità migliorative strutturali documentate. Quindi bisogna avere le idee molto chiare su come verranno impiegati i fondi. La seconda è che bisogna essere pronti a rendicontare tutto. Non è una questione di onestà perché nessuno crede che questi soldi verranno distratti o che saranno spesi male....è un discorso di correttezza.

In queste settimane abbiamo avuto l'impressione che alcune iniziative e percorsi di spesa sono stati finanziati, in parte, con i fondi donati per l'emergenza Coronavirus e questo lascia perplessi. Alla luce di quanto sopra è importante una rendicontazione periodica pubblica da parte dei vari utilizzatori di quel denaro.

Francesco Semeraro 

Indietro domenica 14 giugno 2020 @ 10:05 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus