Portoferraio, si avvia la Fase 2 in vista della distribuzione dei Buoni Spesa

Di Comune di Portoferraio

PORTOFERRAIO

FOTO 1

Da LUNEDI’ 11 MAGGIO ore 9.00 è possibile presentare nuovamente le domande per l'assegnazione dei buoni spesa fino al giorno di VENERDI’ 15 MAGGIO ore 13.00

CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALLA ASSEGNAZIONE DEI BUONI SPESA:

- Soggetti residenti nel Comune di Portoferraio
- Soggetti NON IN CARICO AI SERVIZI SOCIALI
- Soggetti privi di qualsiasi reddito e/o copertura assistenziale;
- Assenza di redditi da lavoro, da parte di ciascun componente maggiorenne del nucleo, in ragione di modifiche della condizione occupazionale intervenute a far data dalla dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica CoViD-19 (Delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020) e per ragioni connesse alla stessa, ovvero:

- nel caso di lavoratore dipendente a tempo determinato/ indeterminato:

✓ risoluzione del rapporto di lavoro (allegare apposita documentazione);

✓ sospensione dell’attività lavorativa, in assenza/attesa di attivazione di ammortizzatore sociale (allegare apposita documentazione);

- nel caso di lavoratore impiegato con tipologie contrattuali flessibili:

✓ conclusione del rapporto di lavoro (allegare apposita documentazione);

-  nel caso di lavoratore autonomo e titolari di impresa individuale:

✓cessazione o sospensione della propria attività, in qualunque forma esercitata (allegare certificato approvazione di Partita IVA);

- nel caso di lavoratore intermittente o a chiamata:

✓ cessazione o sospensione della propria attività (allegare contratto di lavoro);

- Soggetti che non percepiscono alcun tipo di ammortizzatore sociale;
- Soggetti che non sono titolari di uno o più depositi e conti correnti bancari e postali, o che non risultino intestatari di investimenti finanziari, per i quali la sommatoria dei valori del saldo disponibile, al momento della presentazione della domanda, sia superiore ad € 4.000,00, accresciuta di € 2.000,00 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino a un massimo di € 10.000,00.

I richiedenti ed i componenti del nucleo familiare che percepiscono altre contribuzioni economiche pubbliche (reddito di cittadinanza, pensione sociale ed assegno sociale, pensione di inabilità, contributi economici comunali di sussistenza, ammortizzatori sociali quali CIG, NASPI, dis-COLL ed altri), ne dovranno  dichiarare l'importo mensile: in tal caso l'importo del buono spesa sarà ridotto (sino al suo azzeramento) di un importo pari a quello del valore complessivo mensile di dette contribuzioni
.

Per nucleo familiare si intende la famiglia anagrafica residente nel comune alla data di presentazione della domanda.

Indicazioni per la corretta compilazione della domanda 

La domanda deve essere presentata da un componente della famiglia all’interno della quale nessun membro percepisca un reddito sufficiente a garantire le necessità essenziali del nucleo.

Affinché la domanda sia accolta e vengano erogati i buoni, devono essere completate tutte le informazioni richieste.

Nel caso di lavoratore dipendente a tempo indeterminato deve essere specificato se le misure di chiusura delle attività hanno comportato:

- cessazione del rapporto di lavoro, oppure

- sospensione del rapporto di lavoro

In entrambi i casi deve essere indicata la persona della famiglia interessata dall'evento, il nominativo o ragione sociale del datore di lavoro, la data dell'evento che deve essere successiva al 31 gennaio 2020.

Nel caso di lavoratore dipendente a tempo determinato deve essere specificato se le misure di chiusura delle attività hanno comportato:

- cessazione del rapporto di lavoro, oppure

- sospensione del rapporto di lavoro

In entrambi i casi deve essere indicata la persona della famiglia interessata dall'evento, il nominativo o ragione sociale del datore di lavoro, la data dell'evento che deve essere successiva al 31 gennaio 2020.

In tutti i casi suddetti in sede di controllo gli uffici richiedono agli interessati di presentare ulteriore documentazione comprovante quanto dichiarato.

- Certificazione comprovante le consistenze bancarie, depositi ed altre forme di investimento, alla data della domanda

PER SCARICARE IL MODULO CLICCA QUI

Avvertenze in merito alla compilazione della domanda

Si rammenta che le domande per i buoni spesa sono previste come autocertificazione, pertanto saranno oggetto di controlli successivi e tramite verifiche incrociate sulle banche dati pubbliche (INPS, Anagrafe Tributaria, ANPR ecc..), sulla veridicità delle dichiarazioni rilasciate, nel pieno rispetto delle vigenti disposizioni in materia di privacy.

Tutte le domande pervenute verranno inoltrate alla Guardia di Finanza per ulteriori controlli. 

L'accertata non veridicità delle dichiarazioni contenute nella domanda avrà come conseguenza il successivo recupero da parte del Comune della somma corrispondente al valore dei buoni assegnati nonché l'eventuale denuncia alla competente autorità giudiziaria.

Modalità di presentazione della domanda

L’istanza andrà presentata esclusivamente con il modello allegato scaricabile dal sito istituzionale dell’ ente: www.comune.portoferraio.li.it.

L’istanza andrà presentata preferibilmente via mail al seguente indirizzo: e.galli@comune.portoferraio.li.it accompagnata dalla scansione di un documento di identità di chi la presenta e degli ulteriori documenti utili alla gestione della domanda.

Per chi non è in grado di inviarla via e-mail può contattare gli uffici comunali al numero di telefono dedicato: 348.8083304 (dalle 8.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì).

Ogni famiglia potrà presentare una sola istanza.

Questa amministrazione rilascerà per ogni famiglia che ne ha titolo buoni spesa per 30 giorni, fino a quando le somme saranno disponibili, secondo questo prospetto:

- VEDI FOTO 1

Modalità di valutazione delle domande
Le domande saranno valutate secondo i seguenti parametri, sulla base della seguente tabella:

- VEDI FOTO 2

Modalità di consegna dei buoni spesa

Agli aventi diritto ai buoni, risultanti ad esito dell'esame svolto dagli uffici, sarà comunicato, con telefonata al recapito telefonico dichiarato nella domanda, il giorno, l'ora e la sede comunale per il ritiro degli stessi.

Il ritiro potrà essere effettuato esclusivamente dalla persona che ha chiesto il beneficio che dovrà il presentarsi munita di valido documento di identità. 

In caso di delega, dovrà essere compilato il modulo apposito e tale nominativo sarà affiancato a quello del richiedente sul buono spesa. PER SCARICARE IL MODULOCLICCA QUI

FOTO 2 Si fa presente che il delegato dovrà essere esclusivamente un membro del proprio nucleo familiare o un’Associazione di volontariato specificata nella delega. 

Indietro sabato 9 maggio 2020 @ 09:32 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus