Le isole minori e la pandemia, una realtà diversa

Di Dott.ssa Roberta Madioni

Isole Minori

Il virus non ci ha colpito nella salute, intesa come emergenza sanitaria, ma ci ha colpito duramente nella nostra sopravvivenza economica.

Le isole minori vivono esclusivamente di turismo e ad oggi l’incertezza sulle aperture, evidenzia tutta la nostra fragilità socioeconomica, si veda la manifestazione di protesta avvenuta nell'Isola di Ischia in cui i commercianti hanno simbolicamente consegnato le chiavi delle loro attività ai Sindaci.

Molte attività ricettive pensano già di non aprire per la stagione, altre si trovano a fare i conti con i costi certi e i più effimeri ricavi dia un turismo contingentato. L’unico dato certo è che non potrà esserci l’afflusso indiscriminato degli anni precedenti .

In Italia anche il turismo invernale nei paesi montani ha avuto ripercussioni dal covid 19, ma la chiusura per loro è avvenuta a fine febbraio inizio marzo, praticamente a fine stagione, come se a noi avessero fatto chiudere a settembre, il grosso del lavoro ormai passato avrebbe dato una stabilità diversa. La montagna inoltre ha una doppia stagionalità, inverno ed estate, e se pur con qualche sacrificio questo gli consentirà una sopravvivenza dignitosa.

Le isole minori sono una realtà diversa, il turismo è ridotto a 5/6 mesi da aprile a settembre.

I primi due mesi sono ormai persi e per garantire le distanze sociali necessarie la ricettività dei mesi centrali e nevralgici di luglio e agosto dovrà essere ridotta di almeno il 40%, facendo un conteggio positivista.

Per garantire la sanificazione adeguata le spese lieviteranno ed alla luce di queste magre prospettive, molti imprenditori hanno deciso di rinunciare.

Il tasso di disoccupazione aumenterà a livello esponenziale. Tutte le piccole isole d’Italia contano circa 300 mila abitanti, di cui l’80% lavorano nell’indotto del turismo.

In Italia si contano i morti per il virus, nelle isole si conteranno i morti di stenti e fame, questa è la realtà.

L’Italia non può e non deve lasciarci soli in tutto questo , non può rimandare questa problematica, non può occuparsi solo della fornitura di mascherine, abbiamo bisogno di aiuto oggi per affrontare il domani.

Dott.ssa Roberta Madioni 

Indietro giovedì 30 aprile 2020 @ 09:42 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus