Guardia di Finanza, continuano i controlli nella Provincia di Livorno

Riscontri anche a Piombino agli imbarchi per l’isola d’Elba e a Portoferraio, oltre che in tutta la provincia labronica, da Castiglioncello a Cecina.

Guardia di Finanza

Condividi
Foto dell'archivio

Ieri 66 donne e uomini delle Fiamme Gialle di Livorno e provincia, con 33 mezzi, hanno effettuato 103 controlli a persone e 7 a esercizi commerciali.

Riscontri anche a Piombino agli imbarchi per l’isola d’Elba e a Portoferraio, oltre che in tutta la provincia labronica, da Castiglioncello a Cecina.

Soffermi inoltre a Livorno, in via Mogadiscio, mentre ulteriori verifiche sono state condotte sull’effettiva chiusura delle aziende i cui codici Ateco non sono ricompresi tra quelle autorizzati a continuare la propria attività. I finanzieri infatti sono dovuti intervenire presso una micro-impresa di commercio di pallet usati completamente sconosciuta agli organi di controllo. Il titolare, nato in Germania, è stato sorpreso a lavorare unitamente a 2 persone. In corso gli approfondimenti della GdF tesi ad acclarare tutte le violazioni compiute dai responsabili, non solo sotto il profilo dell’inosservanza degli obblighi dell’Autorità ma anche sul piano della polizia tributaria e dell’evasione fiscale e contributiva realizzata.

Indietro mercoledì 25 marzo 2020 @ 15:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus