Emergenza Covid-19: "Servizio postale, i piccoli centri del livornese non siano penalizzati"

Di Roberto Biasci - Gruppo Lega

Servizio Postale

Condividi
Roberto Biasci - Gruppo Lega

"Le Poste sono state ritenute, giustamente, un servizio essenziale-afferma Roberto Biasci, Consigliere regionale della Lega-e quindi devono continuare ad offrire un normale supporto ai cittadini."

"L'emergenza Coronavirus-prosegue il Consigliere-ha costretto l'Ente postale a rimodulare l'attività, ma ciò non deve andare a scapito degli utenti."

"Anche a Livorno e provincia, quindi-precisa l'esponente leghista-è fondamentale che, pure nei piccoli centri, si lascino aperti gli uffici, magari riducendone l'orario di apertura, ma chiuderli del tutto, sarebbe un danno non indifferente per i cittadini."

"Auspichiamo, dunque-conclude il rappresentante del Carroccio-che Poste Italiane sappia gestire al meglio tale situazione, garantendo, al contempo, ai suoi dipendenti di lavorare in sicurezza, ma fornendo il consueto ausilio operativo, pure nello smistamento della corrispondenza, per le naturali incombenze delle persone."

Gruppo Lega

Indietro mercoledì 25 marzo 2020 @ 16:59 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus