Qualche riflessione sull'intervento di "Responsabilità in Comune" contro il Sindaco di Portoferraio, la giunta e le opposizioni.

Di Giovanni Muti

Portoferraio

Condividi

Non sappiano se il clima natalizio abbia ammorbidito l’intervento dei “Responsabili” contro l’Amministrazione Comunale di Portoferraio. Se si, c’è da chiedersi come saranno i loro prossimi interventi, quando i nostalgici cori natalizi saranno svaniti.

In questo colpiscono due elementi: le parole scelte come “Vacuità”, “situazioni incistate” che rimandano a pericolosi parassiti e cisti ecc; e anche la posizione della nicchia, dalla quale osservano, che appare talmente al di sopra delle posizioni dei partiti da non vederli. 

Di conseguenza la critica che fanno, anche giusta, non è contro una linea politica, ma semplicemente contro le scelte fatte che loro ritengono sbagliate. L’attacco non è contro un partito o una coalizione che fa degli errori, ma è contro tutte le persone che sono state elette opposizione compresa. In altre parole, contro l’attuale Consiglio Comunale.

A parte questo aspetto sorprendente, ma anche interessante, vengono giustamente denunciati errori gravi. Ne citiamo due : assunzione di due tecnici di oltre canale nella Cosimo dei Medici e un'altra gigantesca colata di cemento per l’ampliamento dell’Alto Fondale. Scelta di gravità estrema in quando va ad aggiungersi alla Gattaia appoggiata alle Mura medicee, scempio storico della precedente Amministrazione Peria.

Per quanto riguarda il degrado di cui parlano “che va trasformandosi rapidamente in uno sfacelo,” all’Amministrazione non viene attribuita una gran la colpa: solo la responsabilità di non avere cambiato passo rispetto al passato. Cioè: di non aver affrontato “Le situazioni critiche, ormai croniche e reiterate, che sono ormai incistate nel paese da quasi un ventennio”. E qui è bene ricordare che, nel quasi Ventennio, il Comune è stato in mano soprattutto alla sinistra, area politica dei “Responsabili”. 

E questo conferma come, nel loro giudizio, non appaia l’importanza degli schieramenti politici anche per le amministrazioni del passato. Quello che conta, secondo loro, è la inadeguatezza di coloro che siedono in Consiglio. Per l’attuale” Consiglio nella sua totalità” il problema è la “vacuità”. Detta con le loro parole:

La vacuità assoluta del Sindaco e di questa Giunta ché, va detto, del Consiglio comunale nella sua totalità.” “Una vacuità che lascia attoniti ed interdetti.”

Quindi una posizione durissima contro l’attuale Consiglio Comunale, cioè: contro tutti coloro che sono stati eletti indipendentemente dal ruolo e orientamento politico.

Ma siccome, questi cittadini, sono stati eletti secondo i principi dell’sistema democratico, vuol dire che, secondo i “Responsabili”, il sistema ha dei limiti. In questo possono avere ragione. Nulla è perfetto in questo mondo e anche il sistema democratico ha dei limiti. Non è una novità. Ma è l’unico, fra quelli che conosciamo, che fa meno danni. 

E’, comunque, un sistema che permette, a semplici cittadini, di criticare chi amministra. Se poi appartengono ad gruppo organizzato, dovrebbero avere le competenze per farlo, in modo che le loro critiche possano essere utili. Però non dovrebbero limitarsi a rilevare la “ vacuità “ di quei cittadini eletti. E quindi offenderli. Ma entrare nel merito dei diversi problemi, partendo da una visione politica. 

Se non piace la politica, allora potrebbero partire da un’ idea, o meglio, da una visione della società, o del mondo, Weltenshaunung, come dicono i tedeschi. In questo modo, oltre alla giusta denuncia degli errori, come “il folle e distruttivo progetto dell’ampliamento dell’Alto Fondale“, vi sarebbero anche delle proposte. 

Vi è un ultimo elemento che vorrei mettere in evidenza. E’ la prima volta che un gruppo, che si colloca nell’area di sinistra, scopre la gravità delle colate di cemento che l’Autorità portuale di Piombino sta scaricando nel lungomare di Portoferraio da decenni. E’ un fatto positivo che fa ben sperare e che rende più sopportabile, anche in clima natalizio, il insistente odore di sardine.

Indietro venerdì 27 dicembre 2019 @ 13:20 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus