Michele Rampini risponde a Rifondazione Comunista

Di Michele Rampini

Portoferraio

Condividi
Foto dell'archivio

Ho letto l’articolo a nome di Rifondazione Comunista e mi sento di rispondere alle Loro osservazioni pur tenendo sotto attenta valutazione l’operato dell’Amministrazione Zini come qualsiasi altro cittadino, ma consapevole di quali difficoltà ha dovuto affrontare inizialmente il Sindaco e la Sua Giunta nei confronti di un Comune lasciato in situazioni disastrose dalla precedente Amministrazione.

Le Vostre sono solo parole e programmi molto vaghi che sono facili da scrivere quando non si governa. Per giudicare una Amministrazione è necessario che trascorrano non solo 5 mesi, ma quanto meno due o tre anni per realizzare quanto indicato in campagna elettorale compreso l'ambiente , i servizi, l’urbanistica, la valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale del Comune, l’arredo e il decoro della Città, per facilitare ed incrementare l’imprenditoria locale avendo soprattutto come obiettivo il lavoro per i giovani e la drastica riduzione della precarietà.

E' vero che la Compagine amministrativa è eterogenea, ma è necessario anche che i Partiti di Sinistra facciano in modo di impegnare e sollecitare il Sindaco la cui collocazione è nota, la Giunta e il Consiglio Comunale secondo i propri valori e progetti politici, soprattutto mantenendo sempre vivo il rapporto con i cittadini e loro bisogni, senza critiche a priori, ma costruttive e impegnative.

Michele Rampini

Indietro sabato 23 novembre 2019 @ 16:01 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus