Il Sindaco Zini in merito alle considerazione del Dott. Camici sulla situazione debitoria del Comune di Portoferraio

Di Angelo Zini - Sindaco di Portoferraio

Portoferraio

Condividi

Alcune precisazioni al Dott. Camici circa le sue considerazioni sulla situazione debitoria del Comune di Portoferraio.

Ci dispiace contraddirlo ma il Comune di Portoferraio non è affatto indebitato anzi vive una situazione molto positiva da questo punto di vista. I residui debiti per mutui e finanziamenti, compresi la parte ereditata dalla disciolta Unione dei Comuni, è effettivamente quella esposta nel DUP 2019-2021 che porta ad una quota procapite di circa 558,00 euro a cittadino residente nel 2019. Secondo i dati MEF relativi all’indebitamento degli Enti locali e territoriali al 30\09\19 in Toscana la quota procapite era di circa 1.134,00 euro e a livello nazionale circa 1.812,00. Quindi come si vede i cittadini portoferraiesi possono stare tranquilli.

Peraltro c’è da dire che da molti anni (oltre dieci) il Comune di Portoferraio non ha più stipulato alcun mutuo realizzando le opere e i lavori con risorse proprie, oppure con finanziamenti comunitari, statali o regionali. Semmai questo Comune, come ho ribadito in più occasioni anche pubbliche, ha il problema inverso: quello di investire e spendere le risorse che si sono accumulate in questi ultimi anni negli avanzi di amministrazione. Non c’è in sostanza bisogno, in questa momento, di assumere mutui, bisogna spendere prima le risorse disponibili. Per far questo occorre procedere speditamente nella direzione che abbiamo intrapreso: più organizzazione, più efficienza degli uffici e soprattutto progettazione. Questa è una delle nostre priorità più urgenti.

Angelo Zini
Sindaco di Portoferraio
 

Indietro martedì 19 novembre 2019 @ 10:05 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus