Gli eventi conclusivi del Ramadoro Festival

Le storie d’acqua a Sant’Andrea, il mulino di Moncione a San Piero e l’escursione alle sorgenti a Poggio sono gli eventi conclusi del Ramadoro Festival.

Marciana

Condividi

15 luglio - Sant'Andrea: Storie d'acqua, messaggi in bottiglia.
Lunedì 15 luglio alle 21.30 a Sant’Andrea serata dedicata ai progetti e alle nuove idee con interventi di: Redazione Natura (Claudia Lanzoni, Marino Garfagnoli, Alessandro Beneforti), Refill Elba, Messaggeri del Mare (Pierluigi Costa e Lionel Cardin), S.Andrea LimonFest. Con il reading di scritti di Leonardo da Vinci “La natura dell’acqua” (a cura di Doriana Mangini, Renato Paolini, Sandro Tanganelli e Tiziana Pisani) e una proiezione dei “Riflessi” di Fulvio Santoni. Con la collaborazione di Associazione Il Libeccio.

16 luglio - San Piero: il mulino di Moncione.
Martedì 16 luglio alle ore 21.00 a San Piero l’escursione in notturna. I profumi della notte elbana, la luna piena di luglio, i racconti del vecchio mulino, l'eclissi parziale di luna: una passeggiata sul versante sud dell'Elba occidentale a cura del Circolo Le Macinelle con la collaborazione del Gruppo Astrofili di San Piero e Pelagos.  Il ritrovo è a San Piero in piazza della Chiesa. Durata ca. 3 ore. Difficoltà: media. Consigliate scarpe comode e lampadina tascabile.

18 luglio - Poggio: la fonte dell’imperatore.
Evento finale del festival a Poggio con l’escursione alle sorgenti in compagnia di Silvestre Ferruzzi. Il luogo è ricordato già dal Seicento come «Fonte di San Cerbonio», in riferimento al soprastante romitorio di San Cerbone. Il torrente che prende origine da questa sorgente si chiamava un tempo «Fosso dell'Acquaviva» in virtù della sua costante portata d'acqua. A seguito di una sosta dell'imperatore Napoleone Bonaparte, avvenuta nell'agosto 1814, la vicina «Fonte dell'Acquaviva» venne ribattezzata «Fonti di Napoleone», toponimo già presente in un documento dell'anno 1900. A partire dal 1947 l'impresario Giuseppe Cacciò diede inizio alla valorizzazione economica del luogo.

Conclusione all'Accademia del Bello dedicata al tema del festival, l’acqua, con un intervento di Ignazio Giuntoli, idroclimatologo.

Per l’escursione: il ritrovo è a Poggio sulla strada provinciale davanti all’ingresso del cimitero (inizio sentiero di San Cerbone). Durata: 1 ora e mezzo ca. Difficoltà: media. Consigliate scarpe comode e borraccia d’acqua.

Attività gratuite.
 

Indietro domenica 14 luglio 2019 @ 15:01 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus