Restyling di marciapiedi e strade a Piombino

Al via rifacimenti di marciapiedi, strade e potature delle vie limitrofe di via Pisacane

Piombino

Condividi

 

Nuovi interventi di rifacimento di strade e marciapiedi. Dai primi di marzo inizieranno i lavori per il rifacimento dei marciapiedi e delle strade delle vie limitrofe a via Pisacane: via Giusti, via Antonio da Piombino via Gaeta e l’ultimo tratto di corso Italia.

Un investimento complessivo di 30mila euro circa finanziato con i residui dello stanziamento per il rifacimento di via Pisacane. Il lavoro verrà effettuato dall’impresa Cadelago srl.

Parallelamente, sempre i primi di marzo partiranno anche gli interventi per il ripristino di un tratto di pavimentazione pedonale di lungomare Marconi, nella parte davanti a piazza Lega. In questo caso l’investimento sarà di 36.500 euro circa e sarà eseguito da una ditta di Cecina.

L’intervento consisterà sulla sistemazione della pavimentazione, attualmente fortemente danneggiata, e la sistemazione dell’aiuola che separa il percorso pedonale dalla sede stradale con la sostituzione degli arredi più degradati.

In fase di completamento invece i lavori di rifacimento della sede stradale in via Fucini, iniziati il 21 gennaio scorso, con la conclusione dell’ultimo intervento all’altezza dell’intersezione tra via Fucini e via Volta. Una volta completata l’asfaltatura della via, ’ultimo step, molto più veloce e previsto prossimamente, sarà la realizzazione dei tre passaggi pedonali rialzati all’altezza degli incroci. 

Infine, sul fronte del verde pubblico, in questi giorni è prevista la potatura di oleandri e tamerici in viale del Popolo. Interventi previsti nell’ambito del progetto generale di taglio erba e di manutenzione del verde pubblico che il Comune ha appaltato ad una ditta specializzata nel novembre 2018 per circa 333mila euro al netto dell’Iva.

Un progetto della durata di un anno solare che prevede una serie interventi come taglio siepi, potature delle essenze arboree, taglio erba su banchine e fosse stradali, interventi generici.

Per quanto riguarda lo sfalcio dell’erba spontanea, sono previsti tagli con una frequenza media di 5 tagli l’anno ma in alcune zone l’erba viene tagliata anche 7 o 12 volte l’anno in funzione dell’utilizzo e delle caratteristiche dell’area.

Per quanto riguarda le essenze arboree, in un anno è prevista la potatura di 630 piante, solo in casi particolari si prevedono vere e proprie “capitozzature”. 

Indietro lunedì 11 febbraio 2019 @ 18:03 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus