Accordo tra Associazione Albergatori e Moby/Toremar, parla Lanera

Il candidato sindaco al Comune di Portoferraio replica al PD

Portoferraio

Condividi

Apprezzo la volontà del partito democratico di porre l’ attenzione sulla possibilità di allungare la stagione turistica anche grazie all’ accordo delle compagnie di navigazione con l’associazione albergatori , però vorrei evidenziare il fatto che oltre ai bei discorsi si proponessero idee concrete e di facile realizzazione.

Chiedo al Pd perché non è stato fatto nulla per allungare i moli di attracco per le navi da crociera , perché il water front di Pf non si è realizzato e perché si permette la chiusura delle strutture turistiche 8 mesi l’anno .
A queste domande dovrebbe rispondere il Pd.

Questa la replica del candidato Sindaco al Comune di Portoferraio dopo che con un comunicato il Partito Democratico aveva dichiarato:

“Serve un progetto strategico comprensoriale (non ci stancheremo mai di dirlo!) che coinvolga le categorie, che hanno idee e chiedono da tempo di essere ascoltate e coinvolte e che rappresentano il mondo dell’impresa, i sindacati, e che abbia la regia forte della parte pubblica.

Che si faccia interprete delle necessità e delle aspirazioni dei cittadini che poi saranno chiamati a dare vita a quel progetto.

Dove sono i Sindaci? Dov’è la gestione associata del turismo in questo passaggio importante? È indispensabile parlare di questo perché per allungare la stagione (e di conseguenza il lavoro) servono investimenti ingenti, pubblici e privati, serve progettare un’alternativa sostenibile nel tempo al binomio mare/sole, tutto questo organizzato e scadenzato in un disegno ambizioso di sviluppo complessivo della nostra isola. Senza questo, sarà solo un positivo accordo commerciale e nulla di più.

 

Indietro sabato 9 febbraio 2019 @ 10:14 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus