Al via il progetto Vigiliamo in "Comune"

Controllo di videosorveglianza pubblica integrata con quella privata che potrebbero essere connessi

Piombino

Condividi

 

Prende il via il progetto di integrazione fra videosorveglianza pubblica e quella predisposta da pubblici esercizi fortemente voluto dall’Assessore Claudio Capuano per implementare un sistema di videosorveglianza cittadina diffuso ed estendere il controllo del territorio.

L’amministrazione comunale intende così raccogliere gli spunti provenienti da vari settori cittadini tra cui Confesercenti che pochi giorni fa si era detta interessata a sviluppare un percorso per allargare il sistema di videosorveglianza cittadina.

“Si tratta di integrare il sistema di telecamere di sorveglianza pubblica già presente in città con il sistema di videosorveglianza dei privati” spiega l’assessore Claudio Capuano “ In pratica gli impianti di videosorveglianza privati collocati in aree di preminente rilevanza pubblica, attraverso una convenzione, potrebbero essere concessi in comodato d’uso al Comune di Piombino che li potrebbe utilizzare per le attività istituzionali di controllo e monitoraggio del territorio e gestione dell’ordine pubblico”

In questi giorni si stanno raccogliendo le adesioni da parte dei privati al progetto i quali possono manifestare il loro interessa ad aderire a “Vigiliamo inComune” inviando una mail entro il 16 febbraio all’indirizzo agaleazzi@comune.piombino.li.it.
 

Indietro sabato 9 febbraio 2019 @ 10:28 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus