Il Comune si difende dalle accuse del sindacato USB

“Solo strumentalizzazione, l’azienda aveva fatto delle proposte”

Campiglia Marittima

Condividi

 

L’amministrazione comunale di Campiglia Marittima in seguito al presidio del sindacato Usb con alcuni lavoratori del servizio scuolabus di questa mattina, davanti alla delegazione comunale di Venturina Terme, prende atto dell'incapacità della stessa organizzazione sindacale di dare una risposta alle necessità dei lavoratori e del goffo tentativo di scaricare la responsabilità di questo fallimento sull'amministrazione comunale.

Vedere una tematica così importante come il lavoro e i lavoratori strumentalizzata per fini politici, dispiace ed imbarazza. Si prende atto, inoltre, che in un momento di crisi così profonda del mondo del lavoro alcuni lavoratori vengono spinti a rifiutare un'occupazione.

La soluzione trovata dall’azienda e proposta ai lavoratori, non licenziati bensì non riassunti essendo a tempo determinato per la natura del servizio svolto, è, infatti, stata respinta dai lavoratori. Come ha relazionato l’azienda, le proposte avanzate ai lavoratori erano legate esclusivamente al servizio di trasporto scolastico, in quanto, negli anni precedenti, alcuni lavoratori avevano espressamente richiesto di non essere impiegati su altri ambiti lavorativi, che non fossero di assoluta pertinenza del Comune di Campiglia Marittima o di altri Enti Pubblici.

L’amministrazione comunale ritiene difficile, di fronte a questo comportamento, proseguire un qualsiasi tipo di rapporto con l'USB, dimostratosi, rincresce dirlo, più attento alle ricadute politiche delle loro azioni piuttosto che alla risoluzione del problema.

Indietro venerdì 18 gennaio 2019 @ 16:25 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus