Rosignano: la conta dei danni dovuti al maltempo

Numerosi gli interventi su tutto il territorio comunale

Rosignano

Condividi
Foto pagina Facebook del Comune di Rosignano

 

Alle 4:50 dela mattina del 29 ottobre, la Centrale operativa dei Vigili del Fuoco ha contattato telefonicamente il Sindaco Alessandro Franchi per riferire che una tromba d’aria si era abbattuta nelle località interne del territorio comunale, vicino al confine con i Comuni di Orciano e Santa Luce.

Il sindaco ha immediatamente convocato il COC – il Centro Operativo Comunale di protezione civile, che è attivo dalle ore 6 del mattino.

La tromba d’aria ha colpito case sparse e aziende agricole dislocate nell’area compresa tra la Strada Regionale 206 ad ovest e il tracciato dell’Autostrada ad est, località la Madonnina a Nord e il bivio della Giunca a sud.

In particolare sono state scoperchiate alcune abitazioni e questo ha determinato l’evacuazione per motivi di sicurezza di 7 famiglie, per un totale di 31 persone. Una famiglia di 5 persone, tra cui un disabile, è stata presa in carico dall’Amministrazione comunale, mentre le altre hanno trovato in modo autonomo una sistemazione temporanea presso parenti e amici.

Hanno subito danni anche fienili e capannoni adibiti all’agricoltura, alcuni dei quali con coperture di eternit. L’ufficio ambiente del Comune e i tecnici di ARPAT hanno compiuto i dovuti accertamenti e con ordinanza sindacale è stata disposta la bonifica dei siti contaminati.

Inoltre è intervenuto il Servizio veterinario dell’Asl Toscana Nord Ovest, che ha verificato lo stato degli animali da allevamento e stabilito il trasferimento di alcuni capi di bestiame.


A partire dall’ora di pranzo, a causa delle piogge e soprattutto del forte vento sono caduti diversi alberi anche nel resto del territorio comunale: a Rosignano Solvay, Rosignano Marittimo, Vada, Nibbiaia e Castelnuovo della Misercordia. Per ripristinare la viabilità e rimuovere le condizioni di pericolo sono intervenuti i Vigili del Fuoco, gli operai del Comune, i volontari della Pubblica Assistenza e alcune ditte specializzate nella manutenzione del verde.

Le operazioni sono state rallentate dal perdurare delle cattive condizioni meteo e le squadre sono ancora impegnate sul territorio per sgomberare la carreggiate stradali e recidere rami pericolanti.

La piscina comunale è stata chiusa per assenza della fornitura elettrica e l’intervento dei tecnici Enel è previsto in tarda serata. Salvo nuove emergenze, il COC resterà aperto fino alle ore 20. 

Alla luce del previsioni, che indicano un progressivo miglioramento delle condizioni atmosferiche, domani le scuole di ogni ordine e grado saranno regolarmente aperte.
 

Indietro martedì 30 ottobre 2018 @ 09:19 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus